ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 8 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Lingue minoritarie: Giochi dell’amicizia promuovono fratellanza popoli

Trieste, 8 giu – I messaggi di amicizia e rispetto reciproco
trasmessi dallo sport, esattamente come la musica, sono linguaggi
universali che favoriscono il dialogo e la fratellanza tra i
popoli. Il Friuli Venezia Giulia è quindi orgoglioso di ospitare
sul proprio territorio tutti gli atleti e gli accompagnatori che
parteciperanno ai Giochi dell’amicizia 2022. Si tratta di una
grande festa dello sport e di un’ottima occasione di conoscenza
reciproca per i popoli conviventi nell’Alpe Adria, che ha saputo
crescere e arricchirsi di collaborazioni ed eventi correlati,
superando anche le difficoltà generate dalla pandemia.
È questo, in sintesi, il concetto espresso dall’assessore
regionale alle Lingue minoritarie in occasione della
presentazione della 18. edizione dei Giochi dell’amicizia,
organizzata dall’Unione delle associazioni sportive slovene in
Italia (Združenje slovenskih športnih društev v Italiji) con il
supporto della Regione e di numerose altre realtà tra cui
l’Unione culturale economica slovena (Slovenska
Kulturno-Gospodarska Zveza) e la Confederazione delle
organizzazioni slovene (Svet Slovenskih Organizacij). La
manifestazione si terrà dal 10 al 12 giugno a Trieste.
L’iniziativa prevede un torneo multidisciplinare di tre giorni
tra rappresentanze di atleti provenienti da quattro aree
dell’Alpe Adria, Friuli Venezia Giulia, Slovenia, Croazia, Bosnia
ed Erzegovina, che si terrà principalmente a Trieste, ma con
alcuni appuntamenti anche in Slovenia, a poca distanza dal
confine con l’Italia. Saranno coinvolti più di 400 atleti under
17 praticanti sei discipline differenti: pallacanestro (maschile
e femminile), pallavolo (maschile e femminile), pallamano
(maschile e femminile), calcio (maschile), tennis tavolo e
scacchi.
La manifestazione sarà inoltre arricchita dalla collaborazione
con la Glasbena Matica e, attraverso il progetto Ludi musici
(Giochi musicali), punta ad avvicinare lo sport e la musica con
l’organizzazione di eventi culturali abbinati alle competizioni
sportive.
L’esponente della Giunta, dopo essersi complimentato con gli
organizzatori per essere riusciti a realizzare un’iniziativa di
tale portata nonostante le difficoltà logistiche, rese ancora più
complesse dal periodo pandemico, ha sottolineato l’importanza
della manifestazione e ha confermato il sostegno della Regione,
oltre che ai Giochi dell’amicizia, all’intero mondo dello sport.
Attraverso specifiche linee contributive la Regione ha infatti
supportato le realtà messe in difficoltà dalla riduzione delle
attività e dal forte aumento delle spese di gestione causate
dalla pandemia.
Durate la presentazione il presidente dell’Unione delle
associazioni sportive slovene in Italia ha rimarcato come la
manifestazione, all’insegna dell’amicizia e del dialogo che sono
gli strumenti per costruire il futuro dell’Europa e del mondo,
rappresenti un’ulteriore occasione per rinsaldare i rapporti tra
le popolazioni dell’area dell’Alpe Adria e sia anche un volano
per il turismo.
ARC/MA/al