Sei in: Home > Edizioni Locali > Latina > L’incapacità della dirigenza del Latina calcio di stare alla guida di questa società

L’incapacità della dirigenza del Latina calcio di stare alla guida di questa società

Il Latina merita rispetto e di conseguenza non può essere gestito dall’attuale società. Ci ritroviamo a dover denunciare nuovamente una situazione che la dice lunga sull’incapacità dei dirigenti nerazzurri di guidare questo club a partire dal signor Terracciano al quale interessa davvero poco delle sorti dei colori nerazzurri. I suoi scopi sono ben altri. Detto ciò, non possiamo non menzionare alcuni fatti che esprimono chiaramente lo spessore dell’attuale presidente del nostro Latina. È inconcepibile che i calciatori nerazzurri per mangiare allo stadio debbano pagare 5 euro alla società. È inconcepibile anche che all’Ex Fulgorcavi sia stata chiusa l’acqua potabile da AcquaLatina e di conseguenza i calciatori debbano bere in bottiglie riempite alla fontana che si trova vicino al campo. Ancora più inconcepibile è che allo stadio Francioni il campo venga innaffiato con l’acqua rubata alle colonnine destinate ai Vigili del Fuoco per non far aumentare la bolletta. Come un presidente che parla di professionismo può rendersi protagonista di certe bassezze. La serietà è un’altra cosa. Il Latina è la squadra della città e così va trattata e gestita, non come una squadra di Prima categoria. Per giunta anche a livello comportamentale ci sarebbe molto da dire, vogliamo soltanto portare alla luce come il club abbia preso in giro ragazzi del settore giovanile che vengono dal sud Italia chiamati con la parola di fare il professionismo e quindi la Juniores nazionale: autentiche bugie. Ora questi ragazzi sono costretti a lunghi viaggi senza un obiettivo di professionismo attuale. A Latina tutti sanno queste cose, stampa compresa, ma nessuno ha voglia di esporlo chiaramente alla città. Il sindaco Coletta sa bene quello che succede, lui che ha voluto questa società e che parla tanto di rispetto della legalità.
Il Latina calcio deve essere di chi lo ama e sicuramente non lo amano l’attuale sindaco e l’attuale società.

Terracciano vattene!

Vecchia guardia.

image_pdfimage_print