Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Legnano, acido in faccia all’ex fidanzato. Tre giorni fa avvicinata dalle Iene: “Lo sai che è stalking?”

Legnano, acido in faccia all’ex fidanzato. Tre giorni fa avvicinata dalle Iene: “Lo sai che è stalking?”

 

Una relazione durata pochissimo, meno di un mese, la cui fine ha però scatenato una reazione violenta da parte della donna: Giuseppe Morgante, operaio ventinovenne, è rimasto gravemente ustionato al viso e al torace e rischia di perdere l’occhio destro dopo essere stato colpito al volto con dell’acido, lanciatogli contro dalla ex fidanzata di 38 anni. L’aggressione è avvenuta a Legnano, nel Milanese, nella tarda serata di martedì, per strada. La donna si è poi costituita ai carabinieri ed è stata arresta per lesioni personali gravissime e atti persecutori e si trova in carcere. Il ragazzo aveva già denunciato per stalking l’ex fidanzata, Sara Antonella Del Mastro, lo scorso 19 aprile.

La donna, tre giorni fa, era stata avvicinata da Veronica Ruggeri della trasmissione Mediaset ‘Le Iene’, chiamata in causa proprio dal 30enne e da suo fratello dopo la denuncia per atti persecutori e minacce presentata dall’uomo il 19 aprile. “Lo sai che è stalking questo?”, le aveva chiesto l’inviata della trasmissione. “Sì”. “Perché l’hai fatto?”. Sara Antonella si era giustificata così: “Per colpa di quello stronzo di merda. Era l’unica persona buona in tutto lo schifo che avevo avuto. È la prima delusione forte. È stata la delusione del ti adoro facciamo una famiglia e poi?”. Prima di congedarsi, Sara aveva fatto intendere di volersi rassegnare, dicendo di dover pensare solo a stare bene. Poi la notizia dell’attacco con l’acido.

La vittima è ricoverata in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita, con ustioni di terzo grado sul 10% del corpo: secondo quanto confermato dai medici dell’ospedale di Niguarda, dove l’uomo è stato trasferito dal pronto soccorso di Leganno, l’acido gli ha lesionato il volto “con interessamento del globo oculare destro ed iniziale perdita del visus”, il collo, il torace, l’addome e il braccio sinistro. La prognosi, provvisoria, è di due mesi.

Secondo quanto ricostruito, la relazione tra i due era durata una ventina di giorni lo scorso inverno ed era finita a dicembre, ma la donna da diverso tempo lo tempestava di telefonate, lo minacciava e infine, a metà aprile, gli ha tagliato più volte le gomme dell’auto. Ieri così l’avrebbe raggiunto sotto casa di lui, in via dei Pioppi, per tentare di convincerlo ancora a cambiare idea. Lo ha aspettato in auto, poi gli ha chiesto di avvicinarsi e quando lo ha visto scendere dalla sua auto in compagnia di suo fratello gli ha rovesciato addosso un bicchiere di acido, rimanendo lievemente ustionata alle mani anche lei.

E’ stato il fratello di lui a chiamare il 118, che l’ha soccorso e portato all’ospedale di Legnano. Sul posto è intervenuto anche il commissariato di polizia. A quanto emerso i carabinieri hanno trasmesso alla Procura di Busto Arsizio (Varese) la denuncia che era al vaglio del magistrato assegnato ai casi dei cosiddetti ‘soggetti deboli’.