Sei in: Home > Edizioni Locali > Lazio-Eintracht, problemi con i tifosi tedeschi: 14 persone fermate e punite con Daspo

Lazio-Eintracht, problemi con i tifosi tedeschi: 14 persone fermate e punite con Daspo

Il piano sicurezza è stato rispettato ed ha ridotto gli scontri fuori dallo Stadio Olimpico

 

Pomeriggio caldo all’Olimpico per la partita S.S.Lazio-Eintracht, nonostante il piano sicurezza i tifosi tedeschi hanno creato qualche disagio. Da programma le due tifoserie avversarie avrebbero dovuto seguire dei percorsi indicati per raggiungere le rispettive postazioni per la partita. Invece circa 500 supporters tedeschi hanno tentato di imboccare un altro percorso per raggiungere la curva nord, dunque la polizia ha dovuto respingerli con l’ausilio di un idrante.

Prima e dopo la partita si sono verificati una serie di altri scontri con i poliziotti, che hanno portato al fermo e alla denuncia di 14 ultras tedeschi. Per tutti è scattato il provvedimento del Daspo che gli impedisce di recarsi negli impianti sportivi per 5 anni. Un poliziotto è stato ferito alla spalla e successivamente medicato. 6 supporters dell’Eintracht sono finiti in ospedale e altri due sono stati aggrediti a Trastevere da un gruppo di venti persone incappucciate e hanno riportato ferite non gravi.

Tensioni anche durante la partita: un bengala è stato lanciato in tribuna Tevere e un tedesco ha scavalcato i vetri separatori tra la Curva Sud e il campo, ma è stato subito fermato dalle forze dell’ordine.

Il Questore Guido Marino ha sottolineato l’impegno della Polizia che ha « gestito una presenza di oltre 10 mila tifosi della squadra ospite».

Lascia un commento