ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 5 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

LAVORO. ASSESSORE DONAZZAN A MILANO PER MICAM. “SETTORE MODA A FORTE RISCHIO. A MAGGIO GLI STATI GENERALI PER DISEGNARE IL FUTURO DEL DISTRETTO CALZATURA DI LUSSO RIVIERA DEL BRENTA”

(AVN) – Venezia, 14 marzo 2022                

L’Assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro Elena Donazzan oggi ha visitato gli stand del distretto calzaturiero della Riviera del Brenta presenti a Fiera Milano alla 93esima edizione del MICAM, salone internazionale leader del settore calzaturiero organizzata da Assocalzaturifici con la partecipazione di 821 brand. Nell’occasione l’Assessore regionale è stata accompagnata dal presidente di Assocalzaturifici Siro Badon e dal Presidente di Acrib Gilberto Ballin. La visita è stata occasione anche per fare il punto della situazione del settore.

“L’attuale quadro internazionale e, in particolare, le sanzioni comminate alla Russia stanno fortemente penalizzando il settore della scarpa del lusso della riviera del Brenta che, insieme al distretto delle Marche, rappresenta uno dei fiori all’occhiello del settore in Italia – commenta l’Assessore Donazzan -. La Riviera del Brenta è stata studiata come modello industriale di rilevanza mondiale per la grande concentrazione delle capacità competitive del capitale umano. La sua leva strategica sta nel capitale umano come evidenziato da uno studio messo appunto negli USA, indicando i distretti a maggiore valore a livello mondiale”.

Prima dello scoppio del conflitto in Ucraina, i dati offrivano prospettive ad un settore che molto ha sofferto nei due anni di pandemia. Infatti, secondo il Centro Studi di Confindustria Moda, il comparto calzaturiero nel 2021 ha registrato un incremento del fatturato del +18,7% sul 2020, attestandosi a 12,7 miliardi di euro. Un valore però ancora inferiore all’epoca pre-Covid (-11% rispetto al 2019).

“Ho avuto l’occasione non solo per visitare alcune aziende venete che ci fanno brillare nel mondo – commenta Donazzan al termine –, ma soprattutto di confrontarmi in maniera approfondita con i presidenti delle associazioni del calzaturiero sia rispetto al futuro del distretto della scarpa del lusso della Riviera del Brenta sia del Politecnico calzaturiero”.

“Il confronto conferma il fatto che dobbiamo immaginare la nostra riviera del Brenta al 2030 passando per l’investimento sul politecnico della calzatura, eccellenza formativa riconosciuta dal mondo dei grandi brand che investono da noi perché sanno che possono trovare le capacità del fare -. I nostri factor sono coloro che sanno industrializzare un disegno dei più famosi designer del mondo, lo sanno tradurre in una scarpa riproducibile da produrre da capacità elevate di capacità, sostenibilità e gestione finanziaria”.

“In questo momento di incertezza – ha precisato, inoltre, Donazzan – è fondamentale comunque spingere nel campo della formazione per non danneggiare ulteriormente il settore. Non possiamo disperdere il nostro capitale umano. Dobbiamo sostenerlo attraverso la formazione e l’aggiornamento delle competenze”.

E proprio i temi della formazione e del futuro del Politecnico calzaturiero saranno tra quelli che saranno affrontati in occasione degli Stati Generali della Calzatura della Riviera del Brenta che verranno convocati con il coinvolgimento del distretto della calzatura del lusso. 

“Si tratta di una iniziativa che, a seguito dei tavoli di confronto avviati nel 2021 con il supporto dell’Unità di crisi aziendali regionale, abbiamo immaginato si terranno a maggio per immaginare in dettaglio il futuro della scarpa del lusso in Veneto” conclude Donazzan.