Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > La Spagna è socialista, ultradestra in parlamento: i risultati delle elezioni spagnole

La Spagna è socialista, ultradestra in parlamento: i risultati delle elezioni spagnole

GPN Media Center

Risultati secondo i pronostici, quelli delle elezioni anticipate spagnole tenutesi domenica 28 aprile. Vincono i socialisti del PSOE, ma senza maggioranza.

Come talvolta accade in un sistema elettorale proporzionale, il partito che vince non vince. È successo anche in Italia alle ultime elezioni, quando il Movimento 5 Stelle aveva di fatto vinto per numero di consensi, ma non aveva ottenuto abbastanza voti per formare da solo una maggioranza in parlamento. Il risultato è stato il governo gialloverde. Quali saranno i colori del prossimo governo spagnolo? Si, la domanda del giorno è questa. La risposta a quella di chi avrebbe vinto le elezioni non ha tardato a trovare una risposta, tant’è che già da prima della pubblicazione dei risultati ufficiali, si prevedeva che i socialisti del PSOE guidati da Pedro Sánchez avrebbero ottenuto più consensi. E infatti il primato lo hanno ottenuto, fermandosi però poco sotto il 29%, che non gli conferisce abbastanza scranni per formare un governo di maggioranza.

E quindi servirà un governo di coalizione, per raggiungere i 176 seggi che conferirebbero la maggioranza in parlamento. Ma con chi? Il secondo partito per numero di voti è il PP, il Partido Popular, che ottiene 65 seggi. Insieme ai 123 del PSOE, si avrebbe la maggioranza. Essendo però il PSOE una forza di centrosinistra, potrebbe essere difficile trovare un comune terreno ideologico con il centrodestra del PP. Altra possibile ricetta è quella di un’alleanza tra PSOE (123), Podemos (42) e i partiti regionalisti, che insieme supererebbero la soglia del 176. La novità dopo queste elezioni sarà la presenza del partito di estrema destra VOX España in parlamento, con 24 seggi che il 10,3% dei consensi gli conferisce.