Sei in: Home > Edizione Nazionale > La fidanzata di Rugani è incinta: “Ma ho il coronavirus”

La fidanzata di Rugani è incinta: “Ma ho il coronavirus”

image_pdfimage_print

Solo qualche giorno fa, Michela Persico, fidanzata di Daniele Rugani, confermava di essere anche lei positiva al coronavirus ma asintomatica e, attraverso le pagine del settimanale Chi, ha annunciato un’altra importante novità: è in dolce attesa.

La notizia, una delle più belle per una coppia, è arrivata in un momento di grande difficoltà: Michela, infatti, è lontana dal compagno, il giocatore della Juventus, e si è detta molto preoccupata per le possibili conseguenze del virus sul feto. Un momento che, dunque, doveva essere vissuto con grande gioia da parte dei futuri genitori, li sta mettendo a dura prova, ma la giornalista sportiva si è detta certa di poter superare tutto con forza.

“Io e Daniele stavamo preparandoci a quando avremmo annunciato la gravidanza – ha confidato la Persico al settimanale diretto da Alfonso Signorini – . Doveva essere un momento di gioia, invece la vita ci ha tradito così. Ma sono sicura che ci rialzeremo”. Michela, quindi, ha spiegato quanto la paura abbia preso il sopravvento su di lei nel momento in cui è risultata positiva al tampone per il Covid-19.

“Non riesco ancora nemmeno a parlarne – ha detto ancora – . Ma al momento devo capire che cosa succederà. Spero che il virus non incida sulla gravidanza. I medici mi hanno assicurato che non ci dovrebbero essere problemi: ma mettetevi nei miei panni: ho una paura infinita”.

La Persico, positiva ma asintomatica, ha aggiunto di non avere alcun problema di salute al momento, ma ci ha tenuto a lanciare un importante messaggio a chiunque continui a sottovalutare i rischi del coronavirus. “Sto bene, voglio tranquillizzare tutti, non ho mai avuto i sintomi gravi di cui si legge in giro e mi ritengo fortunato – ha chiarito lei – . Lì per lì è stata una bella botta perché sono stato il primo nel nostro ambiente e spero sia servito a sensibilizzare tutti, soprattutto chi non aveva capito la gravità di questo problema”.