Sei in: Home > Articoli > Sport > Juve-Torino: allo Stadium c’è il derby della Mole

Juve-Torino: allo Stadium c’è il derby della Mole

Juve-Torino: allo Stadium c’è il derby della Mole

Il campionato italiano si appresta a vivere numerosi incontri interessanti da qui in avanti. Nelle prossime settimane sarà la volta di una delle stracittadine più sentite d’Italia: il derby di Torino. E pensare che qualche anno fa fu proprio Andrea Pirlo, all’ultimo secondo, a regalare dalla distanza la vittoria alla Juventus contro i granata. Oggi il tecnico dei bianconeri si accontenterebbe di qualche prodezza in meno pur di portare a casa il risultato. La Juve sta ancora cercando di forgiare il suo nuovo stile di gioco e non intende perdere troppo terreno in classifica.

La “Vecchia Signora” potrà contare sul talento di Cristiano Ronaldo, superstar di tutta la Serie A da due anni a questa parte, nonostante il portoghese sia stato in qualche occasione imperfetto. L’ex Pallone d’oro non ha mai vinto il titolo di capocannoniere, ad esempio. Prima Quagliarella e poi Immobile gli hanno negato la soddisfazione personale. In questa stagione sembra sia Ibrahimovic a volergli lanciare il guanto di sfida. Molti degli elementi principali di questa Juventus affiancano CR7 da troppo poco tempo: basti pensare a Chiesa e a Kulusevski, sui quali si poggiano le maggiori speranze del mister per far volare il centravanti bianconero. Insomma, ci sarà ancora da lavorare, ma sulla carta il favore dei pronostici è appannaggio della Juventus.

Dal canto suo, il Torino può vantare un Belotti in stato di grazia, ma in generale il valore della rosa è molto discutibile. Al di là di qualche lampo di Lukic e Linetty, il “Toro” fatica a mettere punti da parte e la classifica lo testimonia nettamente. Il divario tecnico tra la formazione granata e la maggior parte delle squadre della Serie A è evidente. Bisogna sperare in un buon momento di Zaza, ma anche che il buon vecchio Verdi, considerato tra gli esterni più promettenti della Serie A, riaccenda la lampadina. Per vincere contro la Juventus non potrà di certo bastare la fortuna.

Se è vero che in un derby non c’è mai nulla di scontato e che anche chi si presenta in pessime condizioni può ribaltare la situazione, in Juventus-Torino i precedenti parlano chiara. I granata non vincono in casa dei bianconeri dal 1995. Più di 20 anni. Non c’è da stupirsi, quindi, se le quote Juventus-Torino sorridono ai bianconeri anche stavolta. Così come i padroni di casa, anche gli ospiti hanno conosciuto un cambio di guida tecnica quest’estate, quindi non si potrà fare affidamento alla continuità.

Per molti il risultato sembra già scritto. L’ultimo successo del Torino contro la Juventus risale al 2015 e ad aprire le marcature del match fu sempre Pirlo. Poi, Darmian e Quagliarella si scambiarono un assist a testa e riuscirono a sovvertire il risultato. Il derby della Mole non attira certo lo stesso numero di spettatori di un Inter-Milan o di un Roma-Lazio, ma si tratta pur sempre di una partita che può offrire numerosi spunti di riflessione. In ogni caso, quando c’è la Juventus di mezzo, l’attenzione è sempre elevata. I bianconeri sono ancora in piena rivalutazione e mai come quest’anno il “Toro” dovrebbe approfittarne per scippare la “Vecchia Signora”. Un insuccesso nel derby verrebbe difficilmente perdonato a Pirlo, che già prima della trasferta contro lo Spezia aveva sentito la sua panchina traballare. I granata riusciranno a scrivere un altro piccolo pezzo di storia?