ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 26 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Ira di Chiamparino contro stop dei lavori Tav

L’ipotesi di Lega e M5s di bloccare i lavori della Tav ha fatto infuriare Sergio Chiamparino.

Il presidente della Regione Piemonte Chiamparino è assolutamente contrario alla proposta presente nella bozza di piano di governo, radatta da leghisti e pentastellati.

Infatti, come si può leggere:“con riguardo alla Linea ad Alta Velocità Torino-Lione, nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia. Ci impegniamo a sospendere i lavori esecutivi e ridiscuterne integralmente il progetto”.

In altre parole, si vorrebbe bloccare i lavori per ridicuterne e spostare il tutto a data da destinarsi.

“Scelta che penalizzerebbe il Piemonte, ci opporremo in ogni modo”, queste sono state le esatte parole.

“È una inaccettabile penalizzazione per la nostra regione, per Torino e per la logistica del nord ovest . Cosa dicono Giovanni Toti e Attilio Fontana? Noi ci opporremo in ogni modo per impedire che si torni indietro”.

Chiamparino dunque chiama in causa anche i presidenti della regione Liguria e della Lombarida. Del resto, non può essere certo il Piemonte da solo a fronteggiare la questione Tav.

Questa, ovviamente, è solo l’inizio di una lunga polemica che si evolverà nei prossimi. Molto dipende anche dal contratto di governo.

Infatti, in base alle prossime negoziazioni, sarà possibile avere un quadro più chiaro.

Una cosa appare tuttavia certa, Chiamparino non è disposto a cedere di un millimetro.