Breaking News Streaming
Sei in: Home / Articoli / Investì un vigilantes a Bologna: il pm chiede 10 anni

Investì un vigilantes a Bologna: il pm chiede 10 anni

La pm in subordine ai 10 anni per omicidio volontario col dolo eventuale ha chiesto l’omicidio stradale

BOLOGNA – Omicidio volontario e dieci anni di reclusione. Questa la condanna chiesta dal pm Manuela Cavallo nei confronti dell’impiegato 36enne accusato a Bologna della morte di Iulian Cucu, il vigilante romeno di 40 anni investito la notte tra il 2 e il 3 aprile 2016 in via Casteldebole. La Corte d’Assise delibererà il prossimo 21 gennaio.

Nello specifico secondo il pm si tratterebbe di omicidio volontario col dolo eventuale.

Stando alle ricostruzioni svolte dai carabinieri, il 36enne si era appartato con una prostituta nei pressi di un casolare in periferia. L’uomo raccontò agli investigatori di essersi spaventato quando Cucu e un collega, entrambi addetti alla vigilanza di un immobile diroccato, si erano avvicinati alla vettura con le torce, in una strada sterrata. L’imputato aveva poi messo in moto l’auto e partendo aveva urtato il 40enne romeno. Per poi costituirsi la notte stessa. L’avvocato della difesa ha chiesto l’assoluzione o in subordine una condanna con il minimo della pena per omicidio colposo stradale, con le attenuanti della concasualità, della provocazione e generiche. I familiari del vigilantes sono stati gia’ risarciti dall’assicurazione con 800mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *