ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 8 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Inter-Milan 1-2: i rossoneri si prendono il derby

Da sempre il derby di Milano è una delle sfide più affascinanti e attese del campionato italiano. Gli applausi vanno ai rossoneri, che con una vittoria in casa dei cugini riaprono la corsa per lo scudetto.

 

L’arbitro Guida fischia la fine dell’incontro e Stefano Pioli corre entusiasta ad abbracciare i suoi giocatori. Si conclude così l’attesissimo derby della Madonnina, che il Milan si aggiudica con una doppietta di Giroud messa a segno in rimonta nel secondo tempo.

 

Il derby della Madonnina nella storia

 

Inter-Milan, valevole per la 24esima giornata del campionato di Serie A 2021-2022, si è giocata con lo stadio aperto al 50%, come previsto dalle normative anti-Covid attualmente in vigore. La partita è stata trasmessa in diretta su DAZN e su siti di streaming online affidabili come Rojadirecta, qualora non si disponesse dell’abbondamento DAZN.

 

Incluso l’incontro disputato nel tardo pomeriggio di sabato 6 febbraio 2022, sono in tutto 230 gli incontri ufficiali in cui si sono sfidate le due squadre milanesi (includendo, oltre alle gare di campionato, quelle per coppe nazionali e internazionali). Finora i nerazzurri hanno vinto 84 volte contro le 78 dei cugini rossoneri e i 68 pareggi. Il distacco realizzativo è minimo, con quelli del Biscione che sono stati capaci di mettere a segno 317 gol rispetto ai 307 del Diavolo.

 

La cronaca del derby: l’inter domina il primo tempo

 

Salvati dalle strepitose parate di Maignan e trascinati dalle due reti di Giroud tra il 30’ e il 33’ della ripresa, i ragazzi di Pioli si aggiudicano il derby di Milano che per 70 minuti sembrava a esclusivo appannaggio dell’Inter. Il match si sblocca al 36’ del primo tempo con un sinistro al volo di Perisic, al suo 50esimo centro in nerazzurro. La formazione messa in campo da Simone Inzaghi domina per tutti i primi 45 minuti mantenendo il controllo del gioco sia dal punto di vista tecnico che da quello atletico.

 

A dettare il ritmo sono infatti le manovre di Brozovic, che innesca le pericolose incursioni di Barella e Calhanoglu. L’attacco milanista fatica invece a trovare gli spazi necessari, con gli esterni Saelemaekers e Leao che non riescono a sfondare contenuti dall’asse difensivo composto da Skriniar, De Vrij e Bastoni. Il portiere francese del Milan è decisivo su Brozovic, Dumfries e Lautaro, ma non può far niente quando Perisic sblocca il match deviando al volo un calcio d’angolo battuto da Calhanoglu.

 

Giroud ribalta il risultato e decide il derby

 

In avvio di ripresa, Pioli appronta due cambi che ribalteranno l’esito della gara. Messias subentra a uno sfiduciato Saelemaekers portando una nuova spinta sulla fascia a supporto di Giroud, fino a quel momento troppo isolato. Dopo 13 minuti, un inconsistente Kessie viene invece sostituito da Brahim Diaz. È proprio su un suo inserimento che al 29’ Giroud in scivolata beffa Handanovic agguantando l’inatteso pareggio.

 

L’Inter non si riprende dallo shock e in meno di 4 minuti subisce la rete dell’1-2 firmata sempre dal numero 9. Ricevendo un bel pallone da Calabria, l’attaccante francese ribalta clamorosamente il risultato aggirando De Vrij con un sinistro che supera di nuovo il portiere dell’Inter. I nerazzurri tentano invano di ritornare in partita. Gli assalti alla porta del Milan, che continuano anche nei 5 minuti di recupero finali, sono però inconcludenti. A gara quasi terminata, il difensore rossonero Hernandez si fa espellere per un fallo inutile su Dumfries. Poco dopo arriva il triplice fischio del direttore di gara: Pioli corre ad abbracciare i suoi ragazzi mentre Inzaghi resta a guardare senza parole.

 

Conclusioni

 

Dopo un primo tempo a senso unico, l’Inter commette l’errore di voler gestire la partita e viene prontamente punita in un finale incredibile dalla rapida rimonta milanista. I rossoneri non mollano e l’Inter incassa la prima débâcle casalinga dell’era Inzaghi, portando a quota due le sconfitte di fila subite nei derby casalinghi.