Sei in: Home > Articoli > Sport > Inter-Ludogorets a porte chiuse per Coronavirus: al via le modalità per il rimborso del biglietto

Inter-Ludogorets a porte chiuse per Coronavirus: al via le modalità per il rimborso del biglietto

Inter-Ludogorets, match di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League in programma giovedì 27 febbraio a San Siro, si giocherà a porte chiuse. A deciderlo la Uefa, con l’ufficialità arrivata anche dal club nerazzurro che, attraverso un comunicato, ha confermato che “in accordo con l’UEFA e in ossequio alle disposizioni delle autorità sanitarie della Regione Lombardia e del Comune di Milano”, la partita si disputerà a porte chiuse.
Il provvedimento arriva dopo i recenti sviluppi sul possibile contagio da coronavirus che ha colpito alcune regioni italiane, tra cui la Lombardia, e ha costretto già a rinviare la partita di campionato tra l’Inter e la Sampdoria, oltre a numerose altre manifestazioni sportive. Tramontate, dunque, le ipotesi di rinvio o di giocare l’incontro su campo neutro. La squadra di Conte dovrà difendere, senza il sostegno dei propri tifosi, il 2-0 conquistato in Bulgaria per ottenere il passaggio agli ottavi di finale.

Modalita rimborso biglietto

Attraverso una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale, l’Inter ha comunicato ai tifosi le modalità di rimborso dei biglietti del match contro il Ludogorets, che si giocherà a porte chiuse giovedì 27 febbraio a San Siro. Per i tifosi che hanno effettuato l’acquisto online sul sito Inter.it, i biglietti saranno automaticamente annullati e rimborsati. Per gli acquisti effettuati a San Siro e nel punto vendita Inter Store Milano, sarà sufficiente restituire il tagliando cartaceo all’Inter Store Milano in Galleria Passarella 2 (vicino la fermata della metro rossa San Babila). Per chi invece ha comprato i biglietti in uno dei punto vendita Vivaticket, le modalità di rimborso saranno comunicate nei prossimi giorni.

Risultati immagini per logo inter