Sei in: Home > Rubriche > Insegnamento gratuito di primo soccorso sul sito del 118

Insegnamento gratuito di primo soccorso sul sito del 118

     

Materiale Didattico gratuito disponibile sul sito Sis del 118

Vi è mai capitato di trovarvi di fronte ad un familiare colto da un malore?

Come dovremmo affrontare momenti di panico senza perdere minuti preziosi prima che arrivino i soccorsi?

Per queste domande arriva finalmente una risposta. Il Sis mette a disposizione del materiale sul web per formare chiunque voglia conoscere le basi del Pronto Soccorso.

L’iniziativa online è stata preceduta dalla sperimentazione dell’insegnamento del Primo Soccorso nelle scuole, effettuata nei mesi di aprile e maggio dai Set 118 di 13 province italiane; oltre agli studenti, le lezioni sono state estese anche a familiari, docenti e al personale Ata.

A regime saranno formati ed addestrati ogni anno 8 milioni di studenti e 900.000 tra professori e personale Ata.

Il materiale didattico potrà essere consultato gratuitamente anche sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca (MIUR).

Il progetto del Sis del 118 mira anche alla realizzazione di un portale interamente dedicato al Pronto Soccorso; all’interno potremmo trovare video didattici specifici sulle tecniche fondamentali.

Per chi volesse sperimentare sul campo invece, saranno effettuate esercitazioni di massa sull’apprendimento pratico delle manovre salvavita da promuovere, con cadenza periodica, in spazi aperti, assicurate dalle CO118 dei vari territori regionali.

Il Presidente Mario Balzanelli spiega: “Pensiamo anche alla realizzazione di una web-radio di Sis 118 dedicata al Primo Soccorso, all’avvio di una serie di iniziative di responsabilità sociale che coinvolgano le maggiori aziende a investire sulla promozione di progetti finalizzati alla sensibilizzazione e promozione del Primo Soccorso, alla creazione di uno o più ebook con la collaborazione della rete italiana di biblioteche digitali, che copre tutte le scuole e le province, nonché a Live Chat dedicate per rispondere alle domande più frequenti dei cittadini, che sono i primi soccorritori”.