ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 1 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Infrastrutture: Bassa friulana, ok fibra ottica nelle scuole superiori

Udine, 10 giu – La Bassa friulana e in particolare il mondo
della scuola di questo territorio da oggi potrà contare sulla
fibra ottica per le proprie attività.

A darne notizia è l’assessore regionale alle Infrastrutture
intervenuto oggi a Palmanova nella sede dell’Isis Einaudi per il
simbolico taglio del nastro in occasione della posa della fibra
in otto plessi scolastici della Bassa. Questo è un intervento
molto atteso realizzato dalla Regione per tramite dell’Ente di
Decentramento Regionale (Edr) di Udine, fondamentale per
garantire “l’ultimo miglio” dell’iniziativa.

Grazie alla rapida realizzazione del progetto, quasi 2.300
studenti delle scuole superiori di Cervignano, Palmanova, S.
Giorgio e Codroipo avranno a disposizione la più moderna
tecnologia di connessione, la fibra ottica alla velocità di un
giga.

Il dirigente dell’Isis, nel presentare l’evento, ha sottolineato
l’importanza dell’intervento regionale, sia per la normale
attività scolastica, difficile senza una connessione che potesse
garantire un utilizzo contemporaneo di internet da parte di più
classi, ma anche per le specifiche attività dell’istituto. La
scuola infatti è un istituto vetrina di Microsoft e prevede
inoltre un indirizzo specifico a carattere informatico
tecnologico. Per questo l’attività didattica per svolgersi
necessita delle più aggiornate e avanzate tecnologie di
connessione.

Gli interventi dell’Edr hanno riguardato la posa dei cavi in
fibra per il rilegamento degli edifici a partire dai “Pop” di
afferenza, tranne nel caso di Palmanova in cui si è intercettato
il cavo di dorsale. Insiel ha dato invece supporto tecnico alla
realizzazione delle infrastrutture e alle verifiche funzionali.
La Regione ha messo in evidenza che l’intervento è maggiormente
significativo se si pensa alla prospettiva di questa
realizzazione. Una volta posati i cavi, infatti, la velocità
potrà essere modificata, a seguito di avanzamenti e miglioramenti
della tecnologia, senza interessare i cavi ma solo modificando le
terminazioni. In questo modo si assicura la possibilità di
utilizzare una rete internet veloce alle scuole a lunghissimo
termine.

Un prossimo intervento regionale, sempre tramite l’Edr,
riguarderà le scuole di Latisana, Cividale del Friuli e San
Giovanni al Natisone, per un complesso di quattro edifici.
ARC/Com/al