Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Bologna > Inferno sul raccordo di Bologna, 2 morti e 60 feriti

Inferno sul raccordo di Bologna, 2 morti e 60 feriti

Inferno sul raccordo di Bologna, 2 morti e 60 feriti: case limitrofe inagibili e ponte della tangenziale crollato

Un boato avvertito in mezza città e un’alta colonna di fumo; il fatto è accaduto dopo pranzo, poco prima delle 14. Dunque, non è un attentato, come si teme in città, ma un tragico incidente avvenuto fra un mezzo che trasportava materiali infiammabili e alcune auto; lo scontro ha provocato un incendio, al quale sono seguite alcune esplosioni e il crollo di un ponte. Così, il raccordo di Casalecchio, che collega l’A1 con l’A14, è diventato un vero e proprio inferno.

Il bilancio accertato è di due morti e oltre sessanta feriti, 14 dei quali sono stati definiti gravi dai soccorritori. Alcuni di questi sono stati colpiti dai detriti e non si esclude che il numero degli ustionati salga.

I Vigili del Fuoco hanno spento in tempi record l’incendio e stanno raffreddando l’area per rendere più fattibili gli interventi. Sono rimaste a lavoro soprattutto le unità cinofile e gli operatori “Usar”, ovvero i soccorritori che si occupano di ricerca e salvataggio in ambienti urbani. Ad ora non si sentono più le sirene delle ambulanze e sono stati creati dei punti di soccorso dove possono trovare ristoro anche coloro che si trovano in case limitrofe al luogo dell’esplosione. Infatti, nella zona sono anche scoppiati i vetri di molte abitazioni.

L’autostrada è chiusa in entrambe le direzioni e probabilmente ci vorrà molto tempo per ripristinare la viabilità sul tratto, appunto, che collega l’Autosole con la Bologna-Taranto e che collega l’Italia da est a ovest.

L’esplosione ha coinvolto anche numerose auto che si trovavano sotto il ponte in alcune concessionarie. Anche alcuni addetti delle concessionarie sarebbero rimasti feriti. La zona è stata isolata per favorire i soccorsi, ma anche per il timore di ulteriori crolli.