Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > India- scimmia rapisce neonato e lo uccide

India- scimmia rapisce neonato e lo uccide

Nel villaggio vicino la città di Agra, una scimmia è entrata in un’abitazione ed ha rapito un bambino di soli 12 giorni per poi ucciderlo.

La scorsa settimana, in un villaggio nei pressi della città di Agra, una scimmia probabilmente in cerca di cibo, si è introdotta nella camera da letto di un’abitazione dove erano presenti mamma e figlio, ed ha rapito il neonato che si trovava nella culla protetto da una zanzariera. La mamma della vittima è rimasta impotente dinanzi all’animale.

I vicini sono immediatamente intervenuti in soccorso dopo aver sentito quest’ultima urlare.

Un funzionario della polizia locale ha riferito che: “ Hanno lanciato pietre contro la scimmia per costringerla a rilasciare il bambino, ma l’animale è saltato rapidamente sul tetto della casa a fianco ed è scomparso dalla sua vista. Il danno era fatto, il bambino è stato già gravemente ferito in faccia”.

Il bambino è stato ritrovato morto sulla terrazza di una casa adiacente, e secondo l’autopsia, la morte è avvenuta a causa dei morsi ricevuti.

Migliaia di residenti, poche ore dopo l’accaduto, si sono diretti davanti all’ufficio del guardaboschi locale per protestare in merito alla mancata sicurezza del posto; sono molto comuni infatti gli attacchi delle scimmie in India, soprattutto nella capitale Nuova Delhi.

A marzo dello scorso anno le scuole sono state chiuse nel distretto di Kendrapada, a Odisha, a causa dei frequenti attacchi degli animali. Nel villaggio di Talabasta, è stato rapito un neonato di 15 giorni dalla culla e gettato in un pozzo, uccidendolo.

Secondo gli abitanti del villaggio, il governo locale deve ore rispondere di questa tragedia.

Difficilmente i morsi delle scimmie sono letali; più pericolose sono le aggressioni come quella del caso in questione.

A causa della deforestazione selvaggia, l’equilibrio biologico di questi animali è stato modificato alterandone così il comportamento.