Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ciociaria > Indagati sindaco e vicesindaco di Piedimonte. Posti di lavoro in cambio di voti.

Indagati sindaco e vicesindaco di Piedimonte. Posti di lavoro in cambio di voti.

L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata al voto di scambio

Il sindaco Gioacchino Ferdinandi e il vicesindaco Leonardo Capuano, unitamente all’imprenditore Pietro Varlese, sono indagati per associazione a delinquere finalizzata al voto di scambio. Questa l’ipotesi formulata dalla Procura di Cassino.

A seguito di verifiche dei Carabinieri del Reparto Operativo Provinciale guidati dal colonnello Fabio Cagnazzo, iniziate nel marzo scorso, nell’ambito di un servizio volto a chiarire varie assunzioni avvenute dopo la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale di Piedimonte San Germano, è emerso che l’imprenditore Varlese avrebbe offerto posti di lavoro a disoccupati in cambio del loro appoggio elettorale alla lista capeggiata da Ferdinandi.

Il Gip del Tribunale di Cassino, Salvatore Scalera, ha concesso nei giorni scorsi, una proroga di sei mesi alle indagini così come richiesto da Alfredo Mattei, sostituto procuratore e magistrato titolare dell’inchiesta.

Indagate altre quattro persone per voto di scambio mentre una quinta per il reato di calunnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *