ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 12 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Incendi: Riccardi, tra VVFF e Prot. civile rispetto e collaborazione

Trieste, 5 lug – “Quando ci si trova di fronte a persone che
con determinazione, impegno e dedizione si mettono al servizio
della comunità e del territorio, anche in situazioni
potenzialmente pericolose, bisognerebbe avere la decenza di
dimostrare almeno una certa dose di riconoscenza, soprattutto se
si ha l’onore di ricoprire incarichi istituzionali, piuttosto che
avanzare critiche infondate al solo fine di guadagnare
un’effimera visibilità alle spalle di donne e uomini coraggiosi.
La Regione non potrebbe essere più orgogliosa dei volontari della
Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, ai quali spetta la
nostra gratitudine, sia per le azioni ordinaria sia per quelle
d’emergenza, come nel caso dell’incendio avvenuto recentemente
nei pressi del Lisert”.

Questo il commento del vicepresidente della Regione con delega
alla Protezione civile Riccardo Riccardi in merito alle polemiche
sollevate da alcuni esponenti politici sulla rapidità
d’intervento delle squadre comunali di Protezione civile nel caso
del rogo verificatosi alcuni giorni fa nei pressi di Monfalcone.

Riccardi ha precisato che “si tratta di polemiche sterili che
rischiano solo, anche se sono certo che non accadrà, di
demoralizzare i nostri volontari. I dati del Nue 112 dimostrano
che la prima chiamata di emergenza ricevuta in merito
all’incendio del 28 giugno è arrivata alle 16:31 ed è stata
passata ai Vigili del fuoco di Gorizia alle 16:33, i quali di
norma si recano sul posto, verificano la situazione e, se
confermano la presenza di un incendio boschivo, allertano la
Protezione civile”.

“I Vigili del fuoco di Gorizia hanno informato la Sala operativa
regionale e richiesto il supporto dei volontari addestrati alla
gestione degli incendi boschivi alle 16:49 e un solo minuto dopo,
alle 16:50, il personale forestale della stazione di Gradisca,
che ha giurisdizione su Monfalcone, ha richiesto il supporto
dell’elicottero, che alle 17:12 è decollato da Tolmezzo per
rientrare alle 20:58, dopo aver effettuato circa 90 lanci sulle
fiamme versando complessivamente circa 72.000 litri di acqua, il
primo dei quali è avvenuto alle 17:28 circa”, ha chiarito il
vicegovernatore.

Riccardi ha inoltre sottolineato che “una volta allertate dai
Vigili del fuoco sono state messe in campo ben 7 squadre di
volontari: quella di Ronchi dei Legionari (2 volontari e un
mezzo) partita alle 17:13; quella di Sagrado (2 volontari e un
mezzo) partita alla 17:26; quella di Fogliano Redipuglia (3
volontari e un mezzo) partita alle 17:44; quella di Doberdò del
Lago (4 volontari e un mezzo) partita alle 18.05; due quadre da
Monfalcone una composta da 6 volontari e 3 mezzo e una formata da
3 volontari e un mezzo, partite alle 18:17 e alle 21:30 e, infine
una quadra da Cormons (3 volontari e un mezzo) partita alle
22.25”.

Il vicegovernatore ha quindi rimarcato “l’importanza del lavoro
svolto dai Vigili del fuoco, che con valore hanno contrastato
l’incendio grazie anche al supporto della Protezione civile,
continuando una collaborazione che vede uomini e donne operare
fianco a fianco indipendentemente dalla divisa indossata e che di
certo non lascia alcuno spazio a futili polemiche”.
ARC/MA/pph