Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Incendi Amazzonia, Brasile rifiuta aiuto del G7

Incendi Amazzonia, Brasile rifiuta aiuto del G7

Tra gennaio e agosto 2019 il numero di incendi in Amazzonia è aumentato del 145% rispetto allo stesso periodo del 2018. Quest’anno il 75% dei focolai si è verificato in aree che nel 2017 erano coperte dalle foreste e che successivamente sono state deforestate o degradate per lasciare spazio a pascoli o aree agricole. Lo dice in una nota Greenpeace. Una squadra brasiliana dell’associazione ha sorvolato gli stati di Rondônia e Pará, documentando gli incendi con nuove immagini. Negli stati di Rondônia e Pará, sottolinea Greenpeace, gli incendi mostrano chiaramente l’avanzata dell’agricoltura industriale nella foresta, spesso per far spazio a pascoli per il bestiame e colture, soia in particolare, destinate alla mangimistica. Dei 6.295 focolai registrati tra 16 e il 22 agosto, il 19% si è verificato in aree naturali protette, il 6% delle quali appartengono a diversi Popoli Indigeni.

Una catastrofe che ha scatenato una vera e propria gara di solidarietà. I Paesi del G7 hanno deciso di sbloccare un aiuto urgente di 20 milioni di dollari per sostenere i Paesi dell’Amazzonia nelle attività di contrasto agli incendi. A questo finanziamento se ne aggiunge un altro “a medio termine per il piano di rimboschimento” e una donazione di 10 milioni di euro da Lvmh, il gruppo francese del lusso guidato da Bernard Arnault.

Nonostante la delicatezza della situazione, il governo brasiliano ha dichiarato ieri sera che rifiuterà l’offerta del G7 : a riportarlo è il quotidiano “Lo Stato di San Paolo”.
Secondo il giornale brasiliano, Palacio do Planalto non ha al momento indicato il motivo del rifiuto. Una scelta che sorprende soprattutto perchè in precedenza il ministro dell’Ambiente brasiliano Ricardo Salles aveva dichiarato che l’aiuto del G7 sarebbe stata gradita. Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro mette in dubbio i dati internazionali sugli incendi in Amazzonia, affermando che la situazione rientra nei limiti normali.