Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Inaugurato il monumento a Raffaele de Ferrari, Duca di Galliera

Inaugurato il monumento a Raffaele de Ferrari, Duca di Galliera

Venerdì 1 marzo alle 10,30 è stato inaugurato il restaurato monumento al Duca di Galliera, nella sua nuova collocazione in piazza San Francesco d’Assisi, al centro della rotonda che guarda il mare dal quartiere di Carignano

Sembra guardare la Diga Foranea, dalla rotonda di Carignano in fondo a via Corsica, il Duca di Galliera. Quella Diga che fu possibile costruire grazie alla sua famosa donazione di 20 milioni-oro per l’ampliamento del Porto di Genova.

«Il Duca è stato non solo un benefattore per la città, ma una persona capace di una visione – afferma il sindaco Marco Bucci – è stato lui a darci la grande Diga, un’infrastruttura che ci è servita per gestire il Porto negli ultimi cento anni e ci serve ancora. Aver collocato il monumento qui è anche un segnale per tutti quelli che dal mare vedono la Diga. Il Duca, che era ingegnere, intervenne personalmente nei lavori oltre che finanziariamente, come tutti sappiamo, con la generosissima donazione. Ha avuto lungimiranza, generosità e leadership».

Il restauro del monumento in bronzo realizzato da Giulio Monteverde nel 1896 è stato finanziato dal Comune di Genova e dal Ministero per i Beni e le Attività culturali.

«È stato un recupero complicato – spiega il sovrintendente Vincenzo Tiné – perché complicato era sia il restauro della statua in sé, che in parte era stata anche mutilata a seguito di vandalismi, sia trovarle una collocazione adeguata. La collocazione in questo belvedere di Carignano rimette la statua in un contesto storico di fine ottocento, epoca della costruzione di questi palazzi, della Diga Foranea e del monumento di Giulio Monteverde».

Il gruppo scultoreo, di quasi 6 metri di altezza, è costituito da tre statue: la figura femminile al centro rappresenta la Munificenza, alla sua destra un genio alato e alla sua sinistra il dio romano Mercurio, patrono del commercio. Il monumento, poggiato su un grande basamento quadrangolare in granito rosa di Baveno, raggiunge l’altezza di oltre 12 metri e un peso complessivo di circa 170 tonnellate. Il volto del Duca di Galliera è rappresentato nel medaglione bronzeo che si trova nella faccia del basamento rivolta verso il mare.

Alla cerimonia di disvelamento del medaglione con l’effige del Duca di Galliera – coperto fino al momento dell’inaugurazione dalla bandiera di Genova – hanno partecipato, oltre al Sindaco, il presidente della Regione Giovanni Toti, il sovrintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Liguria Vincenzo Tiné e il presidente dell’associazione A Compagna Franco Bampi.

«Una statua che ricorda il Duca di Galliera in un piazza prospiciente il grande cantiere del waterfront di Renzo Piano, che si è aperto con la demolizione dell’edificio Nira e che continuerà nei prossimi mesi, – ha sottolineato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – è una congiunzione simbolica tra la Genova del passato, la Genova del presente e la Genova del futuro, che stiamo costruendo».