Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ciociaria > In viaggio senza biglietto – egiziano semina il panico sul treno

In viaggio senza biglietto – egiziano semina il panico sul treno

Straniero si scaglia contro capotreno e agenti per non mostrare il biglietto, arrestato

Uno straniero residente a Cassino senza biglietto, o con un titolo di viaggio non idoneo a coprire l’intera tratta, all’arrivo del controllore dà in escandescenze e semina il panico sul convoglio.

Il soggetto è un ventenne egiziano residente a Cassino, in viaggio verso l’Umbria.

Da una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe salito sul treno per sostenere un colloquio per un posto in un autolavaggio ma il ragazzo non era in possesso di un biglietto in grado di coprire l’intera tratta.

Dopo essere stato avvisato, invece di scendere, ha aggredito sia il capotreno sia due agenti che si trovavano sul convoglio, lungo la tratta Perugia-Foligno. Stando a quanto ricostruito dalla polizia ferroviaria, la loro presenza “extra” a bordo si sarebbe resa necessaria proprio a causa delle continue aggressioni sul treno, specie da parte di stranieri: anche questa volta la scena si è ripetuta con la stessa inquietante ferocia. E non è neppure la prima.

Secondo quanto accertato dalla Polfer, il ventenne egiziano avrebbe alzato i toni così da far degenerare in pochi minuti la situazione. Prima parole di scherno e un’aggressione verbale al controllore; poi pugni e calci ai due agenti intervenuti (ferite guaribili, secondo i medici, in 8 giorni).

Solo dopo una violenta colluttazione il ventenne è stato fermato e una volta raggiunta Foligno è stato fatto scendere: ad attenderlo le forze dell’ordine che lo hanno ammanettato.

Il giovane, dopo la convalida, è stato condannato all’obbligo di dimora nel comune di Cassino con l’obbligo di presentazione in Commissariato tre volte a settimana.