Sei in: Home > Edizioni Locali > Ciociaria > Imprenditore di Frosinone rinviato a giudizio per il reato di truffa e riciclaggio

Imprenditore di Frosinone rinviato a giudizio per il reato di truffa e riciclaggio

image_pdfimage_print

I fatti risalgono a tre anni fa

L’imprenditore R.C., 55enne residente a Frosinone e gestore di una rivendita di prodotti chimici e metallurgici, ha attuato una truffa da ben cinquecentomila euro ai danni della sua banca di fiducia; circa tre anni fa, aveva chiesto un prestito bancario relativo alle fatture che erano già state prodotte.

L’Istituto aveva quindi proceduto all’anticipo dei soldi richiesti; soldi che poi erano stati utilizzati dall’imprenditore per pagare della merce che lui aveva acquistato, tra cui prodotti chimici acquistati da un commerciante milanese per un valore di 250mila euro.

La denuncia da parte della banca è scattata tramite l’avvocato Giuseppe Madia del Foro di Roma, quando dopo due mesi, l’imprenditore ancora non aveva provveduto a risanare il debito.

La prima udienza si svolgerà nel prossimo Febbraio, e l’imprenditore sarà rappresentato dall’avvocato Giuseppe Lo Vecchio del foro di Frosinone.