Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Il primo sindaco comunista nella storia della Turchia

Il primo sindaco comunista nella storia della Turchia

Fatih Mehmet Maçoglu, candidato del Partito Comunista Turco (TKP), ha vinto le elezioni locali nel comune di Dersim.

Il comune di Dersim, nome turco di Tunceli, è capoluogo provinciale dell’omonima regione. la sua è una storia travagliata di oppressione, occupazioni e violenza, ma ora diventa lui stesso protagonista, entrando negli annali per essere il primo comune della Turchia ad eleggere un sindaco comunista. Lo scorso 31 marzo, infatti la città ha eletto il candidato del Partito Comunista Turco (TKP), Fatih Mehmet Maçoglu. La sua vittoria, a sua stessa detta, è un passo verso il socialismo. Un piccolo passo, ma serve a dare la direzione. “Certo, non stiamo stabilendo il comunismo. Vogliamo chiarire che la strada verso il socialismo è stata condizionata dal capitalismo”, ha spiegato lo storico primo cittadino.

Maçoglu si era già distinto per i suoi meriti nella trasparenza fiscale, quando era responsabile responsabile del distretto di Ovacik di Tunceli. Aveva sanato la maggior parte del debito pubblico, garantendo trasporti gratuiti e proponendo un modello di produzione agricola cooperativa. E infatti, “amplieremo il sistema di produzione e amministrazione che abbiamo avviato a Ovacik”, annuncia Maçoglu, garantendo che il suo mandato sarà all’insegna della politica dalle “porte aperte”. Nel suo primo atto da primo cittadino, il comunista turco è stato di parola: ha rimosso i muri che il precedente sindaco aveva fatto ergere in tutta la città. Promozione del turismo, fattorie cooperative, affitto di case ecologiche, taglio del debito pubblico entro due anni e abbassamento del tasso di disoccupazione sono i prossimi obiettivi.