Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Cultura > Il Fvg aderisce alla “Biblioteca della Legalità” | VIDEO

Il Fvg aderisce alla “Biblioteca della Legalità” | VIDEO

Più di 200 testi adatti a giovani lettori per favorire la lettura e contrastare la criminalità.

Contrastare l’aumento della criminalità e favorire la lettura, diffondendo la cultura della legalità, della responsabilità e della giustizia tra i giovani. Sono questi gli obiettivi del progetto ‘Bill. La Biblioteca della Legalità’, al quale il Friuli Venezia Giulia è la prima Regione italiana ad aderire, attraverso il protocollo siglato a Pordenone dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e dagli assessori alla Cultura, Tiziana Gibelli, e alla Formazione e ricerca, Alessia Rosolen.

La Biblioteca della legalità è composta da una raccolta ragionata di più di 200 testi adatti a giovani lettori (dagli 8 ai 15 anni), comprendente narrativa, saggistica, fumetti, graphic novel e albi illustrati. La sua caratteristica fondamentale è di essere una collezione itinerante sul territorio, destinata in particolare alle scuole, al mondo associativo e alle istituzioni che intendono utilizzarla: l’adesione è aperta a tutti coloro che vogliano farne parte.

L’idea alla base di Bill è che le storie narrate dai libri abbiano un ruolo essenziale nella comprensione della realtà e siano strumenti indispensabili affinché il principio di vivere nella legalità diventi un valore centrale nell’immaginario collettivo. Concretamente in Friuli Venezia Giulia saranno due le dotazioni a disposizione: una al centro prestito alla biblioteca di San Canzian d’Isonzo, che sarà punto di riferimento per la zona di Gorizia e di Trieste, e una alla sede di Damatrà onlus, che sarà disponibile per Udine e di Pordenone.

La firma del protocollo si è svolta al Paff! Palazzo Arti Fumetto Friuli di Pordenone, in occasione della mostra “Matite e Manette – La Polizia nel fumetto“, un contesto particolarmente rappresentativo per il tema del progetto.