Sei in: Home > Edizioni Locali > Perugia > Il Consiglio regionale dell’Umbria respinge le dimissioni di Marini

Il Consiglio regionale dell’Umbria respinge le dimissioni di Marini

La maggioranza dell’assemblea legislativa regionale ha respinto le dimissioni della presidente della Regione Catiuscia Marini.

A seguito dell’inchiesta sui presunti concorsi truccati nella sanità Umbria, la presidente della regione Catiuscia Marini aveva deciso di consegnare le sue dimissioni. L’assemblea legislativa dell’Umbria, però, ha approvato con 11 voti favorevoli e 8 contrari la mozione che chiedeva a Marini di ritirare le dimissioni. Tra quelli che hanno votato a favore, c’era la stessa Marini, che ora dovrà decidere se confermare o meno la sua decisione. Il voto della Presidente ha di fatto permesso di raggiungere la maggioranza assoluta, necessaria per far passare la mozione. “Ho agito sempre con onestà, in buona fede e nel rispetto della legge. So che ho fatto errori politici e umani ma ho sempre rispettato la legge”, ha detto Marini.

“Non lascio macerie né in materia di bilancio né sul sistema sanitario”, ha aggiunto, chiarendo che prenderà la sua decisione definitiva “in tempi brevi e nel rispetto dell’articolo 64”. Non esclude, però, che la legislatura si chiuda anticipatamente. Ha rivendicato la sua autonomia decisionale, ma ha anche chiarito che se dovesse rispettare il codice etico del Partito Democratico, dovrebbe aspettare “mesi di legislatura”.