ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
giovedì 29 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

“Il Comune non risponde alla nostra richiesta di maggiore sicurezza dei cittadini di Campo di Marte e al disagio giovanile che sta dilagando su tutto il territorio fiorentino”

“Il Comune non risponde alla nostra richiesta di maggiore sicurezza dei cittadini di Campo di Marte e al disagio giovanile che sta dilagando su tutto il territorio fiorentino”

I consiglieri del MoVimento 5 Stelle Roberto De Blasi e Lorenzo Masi hanno presentato oggi in Consiglio Comunale un question time chiedendo conto al Comune sulla situazione di degrado e violenza giovanile rilevati nei giardini e parchi fiorentini ed in particolare nella zona di Campo Marte.

La situazione è molto grave – sottolineano i consiglieri pentastellati – basta aprire un quotidiano locale per rendersi conto degli innumerevoli episodi di violenza tra baby gang rivali che stanno animando il quartiere di Campo di Marte. Solo nel mese di luglio, che ancora non è finito, se ne contano tre, con risse tra gruppi di giovani che si incontrano nella zona intorno allo stadio Franchi e si sfidano a colpi di bottiglie, ragazzini ubriachi abbandonati sulle panchine, episodi di bullismo e atti vandalici nei confronti dei giochi dei giardini pubblici, per lo più distrutti o inutilizzabili”.

Abbiamo chiesto conto all’Amministrazione comunale su quanto è stato fatto finora per far fronte all’incremento di episodi di furti, di atti vandalici e disturbo alla quiete pubblica connessi alla presenza di baby gang nei vari quartieri di Firenze ed in particolare per Campo di Marte, la cui situazione sta purtroppo sfuggendo di mano al Comune” proseguono De Blasi e Masi.

Inoltre abbiamo domandato se il Comune intende effettuare interventi urgenti della polizia municipale con maggiori controlli nei parchi e giardini cittadini per evitare il verificarsi di nuovi episodi di risse e per la tutela dei bambini, degli anziani e dei residenti che frequentano ogni giorno i nostri giardini”.

Le risposte del Comune – dicono amareggiati i consiglieri – sono sempre fumose e generiche: nessun dato infatti è stato fornito oggi dall’assessora Albanese a proposito dei controlli già effettuati dalla polizia municipale né se questi aumenteranno visto il disagio che abbiamo rappresentato come MoVimento 5 Stelle per conto dei tanti cittadini insofferenti”.

L’assessora ha fatto semplicemente riferimento ai tavoli della legalità che ormai da due anni vanno avanti ma che a quanto pare non hanno prodotto risultati tangibili sul territorio fiorentino e all’avvio di un progetto nel quartiere 2 contro il bullismo ma queste attività, per quanto apprezzabili, non risolvono minimamente l’urgenza che i cittadini stanno vivendo adesso”.

In riferimento poi alle nostre ulteriori domande circa la reale presenza degli educatori di strada sul territorio, chiamati ad aiutare i nostri giovani nei vari quartieri della città, l’assessora ha detto che l’attività di queste figure è già partita e che nel quartiere 2 sono presenti 5 educatori e 1 coordinatore”.

Qualcuno li ha mai incontrati questi educatori?” chiedono i consiglieri.

“A giudicare dal degrado in cui versano i nostri giardini e considerato il disagio sociale che i cittadini stanno denunciando quotidianamente, è sotto gli occhi di tutti l’inefficacia delle misure adottate finora dal Comune.

Occorre un cambio di marcia urgente da parte dell’Amministrazione – concludono De Blasi e Masi – e chiediamo maggiori controlli da parte della polizia municipale e maggior presenza degli educatori di strada, soprattutto nelle aree oggi più critiche della città, Campo di Marte in primis”. (s.spa.)