Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Il calendario del nuovo ciclo di “Lezioni di Storia” dal titolo “I volti del potere”

Il calendario del nuovo ciclo di “Lezioni di Storia” dal titolo “I volti del potere”

A partire dall’inizio di novembre e fino a marzo 2020, sempre di domenica, una serie di lezioni di storia gratuite che ripercorrono le vicende dei grandi protagonisti del passato.

Presentato stamane a Palazzo Gopcevich, il nuovo ciclo di “Lezioni di Storia” dal titolo “I volti del potere” che si svolgerà al Teatro G.Verdi di Trieste dal 3 novembre 2019 al 15 marzo 2020, sempre la domenica mattina, alle ore 11.00, a ingresso gratuito, fino a esaurimento posti.

“Questo interessantissimo ciclo di Lezioni di storia che ogni anno ci accompagna registrando sempre un alto gradimento e il tutto esaurito agli appuntamenti, anche in questa edizione affronta un tema di grande attualità puntando l’attenzione sui personaggi di potere che si sono alternati nel corso della storia – ha affermato l’Assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi -.Personaggi di spessore che ci aiuteranno a capire criteri e logiche degli uomini che esercitano oggi il potere nel mondo e che cosa dovrebbero fare i cittadini per evitare certe situazioni”. “Il ciclo di Lezioni di storia ha avuto grande successo ed è il segnale di una squadra che vince – ha sottolineato il Vicedirettore del quotidiano Il Piccolo Alberto Bollis-. Il Piccolo – ha detto – presenterà ogni sabato l’appuntamento della domenica e metterà a disposizione la registrazione delle lezioni che peraltro continuano a essere viste, addirittura quelle risalenti al 2013”.

Il ciclo prenderà avvio con la lezione di Luciano Canfora che esaminerà il potere della propaganda attraverso il volto di Augusto. Amedeo Feniello affronterà, il 17 novembre, il potere del carisma, prendendo spunto dalla vicenda di Teodora, moglie dell’imperatore Giustiniano. Alessandro Vanoli, l’8 dicembre, incrocerà il volto di Carlo Magno, il cui potere realizzò uno spazio geopolitico nuovo e duraturo: l’Europa. Il 19 gennaio Maria Giuseppina Muzzarelli disegnerà il volto di Caterina da Siena, ovvero il potere esercitato mettendosi al servizio del prossimo. Maurizio Viroli, il 9 febbraio, mostrerà attraverso le opere di Machiavelli quanto il governo degli uomini necessiti tanto della forza delle armi, quanto del potere della parola. Paolo Galluzzi, il 16 febbraio, rifletterà sul potere rivoluzionario della scienza attraverso la figura di Galileo. Napoleone ha incarnato e promosso un modo di gestire il potere che ha permesso la transizione dall’assolutismo alla democrazia attraverso forme ibride, miste di autoritarismo e di consenso popolare. Questo il tema della lezione che Alessandro Barbero terrà il 23 febbraio. Chiuderà il ciclo, il 15 marzo, Valeria Palumbo, con Eleonora Duse volto emblematico del potere della finzione.