Streaming
Sei in: Home > Articoli > Curiosità > I giovani di #ProgettiamoTrieste ridisegnano la città per i disabili

I giovani di #ProgettiamoTrieste ridisegnano la città per i disabili

Un progetto per rivalutare gli spazi della città di Trieste per renderli più accessibili a chi si sposta su sedie a rotelle o simili.

Ripensare l’accessibilità di Trieste e riqualificare gli spazi pubblici. È questa la mission dei giovani di #ProgettiamoTrieste. Con questo progetto si mira a rivalutare le strade e gli elementi architettonici della città dal punto di vista dell’accessibilità, per permettere a tutti, anche a chi vive con impedimenti fisici o disabilità, di vivere in tranquillità il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia. Si tratta di un’iniziativa partecipata da cittadini, tecnici e parti sociali interessate, che vogliono ridurre o addirittura eliminare le barriere architettoniche di Trieste. A tal proposito è stato organizzato l’incontro #ProgettiamoTrieste, in programma a Palazzo Gopcevich. Il progetto è il vincitore del bando alla cittadinanza attiva FVG 2018, finanziato dalla Regione FVG e promosso proprio da ProgettiAmoTrieste.

L’idea prevede la collaborazione del Comune di Trieste, dell’Università di Trieste nel Dipartimento di Ingegneria e Architettura, delle associazioni di categoria coinvolte, come l’Ordine Architetti, e altri comuni. Il sottosegretario Zoccano cita la Convenzione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite sui disabili del 3 marzo 2009 e dichiara che “dopo 10 anni ne intravediamo l’applicazione. Riprendiamo in mano con istituzioni, università, scuola, il punto della situazione, ripartiamo dando ai giovani possibilità che fra 10 anni parleremo di accessibilità universale”.