Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Huawei lancia l’app store alternativo a Google Play

Huawei lancia l’app store alternativo a Google Play

Il colosso cinese Huawei fa la sua mossa: arriva App Gallery, l’app store che rimpiazza quello di Google.

America contro Cina, Google contro Huawei. E la Cina risponde. Dopo l’annuncio di Google del ritiro degli aggiornamenti Android sui dispositivi Huawei, arrivato dopo la decisione dell’amministrazione Trump di tagliare i ponti con i pionieri cinesi del 5G, arriva la contromossa di Huawei. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha annunciato ha annunciato a metà maggio l’inserimento di Huawei e nella lista nera delle realtà commerciali, che di fatto rendono quasi impossibile per la società commerciare con le realtà americane. Tra le altre, Google ha dovuto prendere provvedimenti, sospendendo le attività commerciali con Huawei. La società di telecomunicazioni cinese, leader nel settore, lancia così il proprio sistema operativo che sostituirà quello di Google.

App Gallery sarà il nuovo app store, al posto di Google Play, già molto utilizzato in Cina e non diverso dagli altri agglomerati di applicazioni. Per scaricarlo bisogna accedere con l’ID Huawei e utilizzare questo link.Come sempre, ci saranno app, giochi, e un pacchetto regalo per i nuovi utenti. Lo scoglio, per ora, è che molte delle applicazioni scaricabili da App Gallery sono in mandarino; ora gli sviluppatori dovranno lavorare alla traduzione in inglese e nelle altre maggiori lingue. Nei modelli Huawei P20 e P20 Pro, App Gallery è già installato. Lo store è compatibile con qualsiasi altro smartphone che utilizza sistema Android. Il dissing Google-Huawei è solo un capitolo del complesso intersecarsi di conseguenze della guerra commerciale tra Cina e Usa. Secondo una stima di Bloomberg, il conflitto potrebbe costare al mondo 600 miliardi di dollari di PIL globale.