ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 5 Ottobre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Graham – Cassidy, l’ultima frontiera del partito Repubblicano

A soli due mesi dalla sconfitta politica del partito Repubblicano nella proposta legislativa per la sostituzione di Obamacare, i senatori Lindsey Graham (R-South Carolina) e Bill Cassidy (R-Louisiana) insieme a Dean Heller (R-Nevada), Ron Johnson (R-Wisconsin) e l’ex-senatore Rick Santorum (R-Pennsylvania) svelano una nuova e finale proposta per sostituire definitivamente l’Affordable Care Act, il GCHJ (Graham-Cassidy-Heller-Johnson).

Il GCHJ abroga parti fondamentali dell’Obamacare, creando finanziamenti a fondo perduto per i 50 stati che sostituiscono completamente Medicaid e detrazioni fiscali legate ad Obamacare, dando cosi maggiori poteri agli stati individuali, abbassando i costi della sanità insieme al debito fiscale di Washington. I senatori, oltre al menzionare i cost-hikes associati ad Obamacare (ovvero gli incrementi dei costi per i pazienti), hanno parlato di come circa il 40% dei fondi federali servono unicamente California, Massachusetts, New York e Maryland, portando ad una disparità che secondo i proponenti potrebbe essere eliminata entro il 2026. Inoltre, l’attuale proposta taglierebbe almeno 200 miliardi di dollari della spesa pubblica necessaria per mantenere l’espansione di Medicaid, che finanzia pienamente Obamacare.

Come ribadito dai proponenti repubblicani, questa proposta rappresenta più un’emendamento che una completa abrogazione di Obamacare che potrà – nelle parole di Cassidy – continuare a ‘migliorare’. La proposta andrà al voto il 30 settembre e come descritto dal senatore Graham nel comunicato stampa di questo pomeriggio, “sarà la migliore ed unica opportunità” per sostituire l’Obamacare, il vero tallone d’Achille per il GOP.

 

A cura di Fabio van Loon