Streaming
Sei in: Home > Esteri > Americhe > Gli Stati Uniti hanno definito ‘terroristi’ le Guardie Rivoluzionarie iraniane

Gli Stati Uniti hanno definito ‘terroristi’ le Guardie Rivoluzionarie iraniane

US President Donald Trump speaks to the press as he departs the White House in Washington, DC, on April 5, 2019 - Trump is traveling to California for a visit to the US-Mexico border, and to Nevada. (Photo by NICHOLAS KAMM / AFP)NICHOLAS KAMM/AFP/Getty Images

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che la lista nera dei terroristi includerà anche Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche iraniane.

L’America considererà Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche iraniane come organizzazione terroristica. La decisione di Washington era già stata anticipata nei giorni scorsi, e da subito l’Iran aveva annunciato misure reciproche, e così è stato. “I leader statunitensi, che a loro volta sono i creatori e i sostenitori dei terroristi nella regione [del Medio Oriente], rimpiangeranno questa azione inappropriata e idiota”, si legge una dichiarazione congiunta firmata dalla stragrande maggioranza dei parlamentari iraniani. Alla notizia dell’inclusione delle Guardie rivoluzionarie islamiche dell’Iran nella sua lista nera delle organizzazioni terroristiche, l’Iran ha risposto nella stessa lingua, includendo le forze armate statunitensi nella lista delle organizzazioni terroristiche della Repubblica islamica.

Nello specifico, come riporta Reuters, il Supremo Consiglio di sicurezza nazionale dell’Iran ha bollato come organizzazione terroristica il Comando centrale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (CENTCOM) e le sue forze affiliate nel territorio iraniano. La decisione statunitense, secondo le autorità iraniane, sarebbe “sconsiderata e illegale”, oltre che “una grande minaccia alla stabilità e alla pace regionali e internazionali”. Gli Stati Uniti sono accusati, paradossalmente, di sostenere loro stessi il terrorismo in Iran. Secondo il ministro degli esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, il l’esercito americano presente in una ventina di paesi tra Medio Oriente e Asia, sosterrebbe i gruppi terroristici nelle diverse zone.