ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 25 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Giro d’Italia: governatore Fvg, vetrina per il territorio

La Regione sta lavorando all’edizione 2023

Marano Lagunare, 27 mag – Il Giro d’Italia rappresenta una
promozione importante per il territorio. La Regione ha
collaborato fin da subito con l’organizzazione della Corsa rosa
consapevole della rilevanza dell’evento in termini di visibilità
con milioni di spettatori in tutto il mondo che guarderanno
l’evento.

E’ il messaggio del governatore del Friuli Venezia Giulia alla
partenza della 19a tappa regionale del Giro d’Italia di ciclismo
a Marano Lagunare. Accanto a lui anche il vicegovernatore, gli
assessori alle Infrastrutture e Territorio e alle Autonomie
locali.

Il governatore ha sottolineato gli aspetti straordinari del
territorio che vengono valorizzati e fatti conoscere al grande
pubblico che può scoprire le peculiarità di Marano Lagunare,
località di partenza, e Castelmonte località d’arrivo con
ricadute positive per l’intero Friuli Venezia Giulia.

Uno sguardo è stato poi rivolto al Giro d’Italia 2023; la Regione
sta lavorando con l’organizzazione per portare in regione un
evento ancora più importante di quello di quest’anno. Sul punto
il governatore si è detto ottimista convinto che sia necessario
dare continuità alla promozione turistica per dare ossigeno e
prospettiva alla nostra regione incrementandone l’attrattività.
Per il governatore i risultati sono arrivati ma non è tempo di
fermarsi: il Friuli Venezia Giulia deve diventare una meta sempre
più attrattiva.

Il vicegovernatore ha ricordato come il 105^ Giro d’Italia sarà
anche un’occasione per ricordare il 150^ anno di costituzione del
Corpo degli Alpini e contestualmente la figura dell’alpino
Riccardo Giusto, primo caduto della Prima guerra mondiale. Il
mini-raduno, inserito tra le iniziative collaterali del Giro,
grazie al comitato locale Tappa Giro d’Italia 2022, d’intesa con
le Sezioni Ana di Udine e Cividale del Friuli, è previsto a passo
Solarie, nel Comune di Drenchia. Nel sottolineare come la Corsa
rosa rappresenti una manifestazione di popolo straordinaria ha
rimarcato l’importanza di questo evento molto amato in cui viene
ricordato anche chi ha lottato per la nostra libertà.

Dal canto suo l’assessore alle Infrastrutture ha invece
sottolineato l’importante piano per la viabilità coordinato con
FvgStrade, Motostaffetta friulana, Prefettura e Forze dell’Ordine
per garantire una gestione efficiente delle strade regionali
interessate dalla manifestazione sportiva così da vivere l’evento
come una grande festa per tutti.
ARC/LP/pph