Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ancona > Giovane medico anconetano è malato, Web raccoglie 260mila euro per cure in America

Giovane medico anconetano è malato, Web raccoglie 260mila euro per cure in America

Lorenzo è affetto da Linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B, ha bisogno di soldi per andare a curarsi in America

La Rete non è solo teatro di odio, violenza e mera propaganda politica come dimostra la toccante vicenda di Lorenzo Farinelli, medico anconetano di 34 anni, che ha lanciato un appello con un video sui social: affetto da Linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B, ha bisogno di soldi per andare a curarsi in America, dove viene praticata una terapia sperimentale. Numerosissimi utenti del Web hanno deciso di sostenere la sua battaglia, contribuendo alla raccolta fondi: sono stati infatti già raccolti oltre 250mila euro.

Nel suo video, Lorenzo ha esternato tutta la sua voglia di vivere.

«Non è finita finché non é finita. Non voglio morire», dice il giovane medico, visibilmente emozionato e con il volto scavato e provato dalla malattia. Lollo, come lo chiamano i suoi amici, racconta il senso di impotenza che lo pervade e spiega l’evolversi drastico della sua malattia, degenerata a tal punto che il giovane non riesce più a camminare e ad andare in bagno in autonomia.  Come spiega nel video, il tumore che lo ha colpito 8 mesi fa si è rivelato essere chemio-resistente, e quindi due giorni fa è nato questo piano b, chiamato “America”, sostenuto fortemente dagli amici e parenti di Lorenzo.

L’appello, che rappresenta il suo grido di vita – come racconta anche il quotidiano Il Resto del Carlino – , è diventato virale e la piattaforma gofundme.com che sta raccogliendo le donazioni è arrivata quasi a quota 260mila euro, versati da circa 7.000 persone. Ci sono somme consistenti (dai 300 ai 1000 euro), ma moltissime sono le donazioni da 10-20 euro. la cifra raccolta sta crescendo di ora in ora: l’obiettivo è 500 mila euro.

Ad aderire alla Campagna di raccolta fondi, è stato anche il suo ex liceo scientifico: il Savoia – Benincasa e l’Aurora basket Jesi che si rende disponibile sin d’ora a supportare e dare visibilità alla raccolta donazioni. Diversi inoltre gli spettacoli teatrali che verranno messi in scena prossimamente.

Molti i personaggi noti che hanno voluto mostrare sostegno e solidarietà al giovane medico. La campionessa di scherma Elisa Di Francisca con un Tweet condivide l’appello di Lollo: «Una corsa contro il tempo per salvare Lorenzo!!!! Forza amici… Aiutiamolo! Qui trovate tutti i metodi di pagamento per la raccolta fondi». E poi ancora, l’attore Christian De Sica che ha condiviso il link sul proprio profilo personale. Intanto, tutta la città abbraccia il giovane 34enne anconetano, contribuendo, ognuno secondo le proprie possibilità, al sogno di Lorenzo.

Non muore la speranza di Lorenzo, così come non muore la speranza di continuare a credere in una società che rifiuti l’apatia e l’indifferenza. A volte si può essere umani anche dietro lo schermo di un pc.

Qui il link per aiutare Lorenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *