Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Giovane marocchino aggredisce connazionale con una mannaia

Giovane marocchino aggredisce connazionale con una mannaia

image_pdfimage_print

I Carabinieri hanno impedito che avvenisse una tragedia, immobilizzando un 28enne che stava aggredendo un uomo con una mannaia di 25 centimetri di lama.

A Zingonia (Bergamo) un giovane marocchino di 28 anni si è accanito contro un connazionale brandendo una mannaia di 40 centimetri, di cui 25 di lama. Una tragedia sfiorata, scatenata probabilmente nell’ambito di un’attività di spaccio di droga. I militari sono riusciti dopo notevoli sforzi a immobilizzare il giovane preso da un raptus di violenza, e l’hanno arrestato e portato nel Centro di identificazione ed espulsione di Torino. La vittima è stata trasportata in ospedale, dove i medici hanno riscontrato ferite lacerocontuse superficiali.

L’aggressore, un clandestino, era già noto alle forze dell’ordine, e su di lui già pendeva un ordine di espulsione emesso dal Questore di Milano. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri di Treviglio, i motivi dell’aggressione avrebbero a che fare con un’attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti, in crescita nella zona. È stato pianificato il trattenimento coattivo del marocchino clandestino, in attesa che il presunto spacciatore violento venga rimpatriato.