Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Giornata Mondiale dell’Acqua, tutte le scuole collegate in diretta Facebook

Giornata Mondiale dell’Acqua, tutte le scuole collegate in diretta Facebook

Venerdì 22 marzo tutte le scuole d’Italia potranno collegarsi in diretta audio e video con un sub nei fondali del Lago di Como.

Una diretta Facebook che unirà tutte le scuole d’Italia a un sub che nuota sul fondale del Lago di Como. Per a prima volta in assoluto, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, gli istituti scolastici di tutta la penisola potranno unirsi a una diretta audio e video che li porterà virtualmente in uno dei fondali più fondi d’Europa, quello del Lago reso immortale da Alessandro Manzoni. Quest’anno la Giornata Mondiale dell’Acqua mira a sensibilizzare i più giovani sul tema della siccità dei laghi italiani. “Quel giorno si festeggerà in tutto il mondo la giornata dell’Acqua, con convegni, eventi, seminari che riporteranno all’attenzione della gente l’importanza dell’acqua. Anche a Como dove grazie al lago l’acqua non manca mai, festeggeremo l’acqua allagando le scuole, cioè portando il lago nelle scuole!”. A dirlo è Paola Iotti, Presidente di Proteus/Lab, laboratorio che opera nella divulgazione scientifica a livello nazionale, con l’obiettivo di far conoscere e amare il territorio italiano.

“Tramite una nuova tecnologia, collegandosi alla Pagina FB “Resilario” le classi singolarmente tramite la LIM o riunite in aula magna potranno vedere in diretta e ascoltare il sub immerso nel Lago e parlare con lui tramite una chat”, spiega ancora Iotti. Filippo Camerlenghi, responsabile del progetto “Resilario”, ha annunciato che “decine e decine di scuole sono già pronte. Alcune stanno organizzando maxischermi nei loro rispettivi auditorium, altre invece parteciperanno dalle singole aule, ma porteremo così il mondo sottomarino nelle scuole”. A partire dalle ore 9 di venerdì 22 marzo, partirà la diretta Facebook che collegherà le classi con un sub che nuota nei fondali del Lago di Como. “Il sub sarà in diretta esattamente dalla statua del Cristo degli abissi che si trova sui fiondali del Lago tanto descritto in superficie da Alessandro Manzoni.  L’immersione sarà preceduta da una introduzione in cui si scoprirà come sia possibile respirare e parlare contemporaneamente sotto il lago ma soprattutto verrà fatto un inquadramento del lago di Como dal punto di vista geologico, ecologico e delle sue criticità”, ha continuato Camerlenghi. “Affronteremo numerosi temi: cambiamento climatico, sostenibilità, fauna ittica, ecosistema, geomorfologia, fisiologia umana, territorio”.

La scelta del Lago di Como ha un’importanza particolare. Infatti, come sottolinea Camerlenghi, “il Lago di Como, il più profondo in Italia, si sta abbassando oltre la media. Le conseguenze di tali cambiamenti sono fondamentalmente tre: nei periodi di deposizione delle uova da parte dei pesci nei primi metri sott’acqua, un abbassamento repentino e prolungato del livello dell’acqua porta in superficie le uova che sono quindi destinate a morire e quindi cagionando un danno importante sia al mercato ittico che all’equilibrio biologico.  Le sponde senza la spinta dell’acqua del lago tendono a rilasciarsi e a innescare delle frane di sponda con danni economici e di stabilità del territorio. La navigazione è molto ostacolata, un livello basso del lago rende inutilizzabili, o difficilmente utilizzabili i pontili, sia per la navigazione pubblica che per quella turistica e per i pescatori di professione”. Per sensibilizzare gli spettatori e i partecipanti sul tema, Iotti spiega che “sul Lago di Como il 22 tutti avranno un nastro blu, anzi abbiamo già iniziato. Quel giorno tutte le scuole potranno collegarsi in diretta video ed audio con il sub che sarà sui fondali. E’ il lago più profondo in Italia”.