Sei in: Home > Edizioni Locali > Giornata del suolo, per Confagricoltura Alessandria si tratta di occasione importante

Giornata del suolo, per Confagricoltura Alessandria si tratta di occasione importante

image_pdfimage_print

Si è celebrata ieri la ‘Giornata Mondiale’, indetta a livello mondiale per fermare l’erosione e salvare il futuro, “occasione importante perché si acquisti consapevolezza sul suolo come risorsa limitata e non rinnovabile”, commenta Confagricoltura.

“Il tema di approfondimento di quest’anno è quello dell’erosione, argomento quanto mai attuale visti i recenti eventi atmosferici che hanno sottoposto a dura prova i terreni agricoli di diverse aree del nostro Paese. Migliaia di ettari allagati, soggetti a forti ruscellamenti, anche a causa dell’esondazione di diversi fiumi, con perdita di strati superficiali di terreno che contengono grandi quantità di nutrienti organici e minerali”, ricorda il presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli di Brondello.

In tale contesto, per Confagricoltura occorre avere la massima consapevolezza sull’importanza di mantenere la vitalità delle imprese agricole e della gestione delle foreste. Gli agricoltori sono i principali baluardi nella difesa di questo elemento naturale che fornisce al genere umano servizi ecosistemici necessari al proprio sostentamento: prodotti alimentari e biomassa, materie prime;  regolazione del clima, cattura e stoccaggio del carbonio, controllo dell’erosione e dei nutrienti, regolazione della qualità dell’acqua, protezione e mitigazione dei fenomeni idrologici estremi;  conservazione della biodiversità; servizi culturali (paesaggio, patrimonio naturale).

Per l’Organizzazione degli imprenditori agricoli è quindi giunto il momento di porre in essere un’incisiva azione strategica, con una visione integrata delle diverse politiche e considerando tutti gli interessi coinvolti dall’utilizzo della risorsa suolo. Ed è improcrastinabile l’avvio di una discussione approfondita per definire l’attesa legge quadro nazionale, che permetta: di raggiungere gli obiettivi stabiliti dall’ONU e dall’Unione Europea del “consumo di suolo zero” entro il 2050; di indicare linee di intervento per prevenire il dissesto idrogeologico e ridare vitalità alle aree interne del Paese; di definire interventi specifici per riportare la sostanza organica nei suoli.

“Confagricoltura, nel rispetto degli obiettivi europei di sviluppo sostenibile al 2030, ha preso l’impegno di contribuire alla rigenerazione dei suoli attraverso specifiche azioni con i propri agricoltori. E sollecita che le politiche dirette alla preservazione dei suoli agricoli e forestali vengano allineate con quelle per lo sviluppo della bioeconomia circolare” conclude Brondelli.