Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Giardino legalità per i bambini vittime di mafia a Palermo

Giardino legalità per i bambini vittime di mafia a Palermo

 

 

Stamattina presso l’istituto “Francesco Saverio Cavallari”, a Brancaccio, è stato inaugurato il “Giardino della Legalità per i bambini vittime innocenti di mafia” e piantumato il primo albero d’ulivo intitolato alla memoria del giudice Giovanni Falcone. La manifestazione, che ha visto la partecipazione degli alunni della scuola e delle autorità civili e militari, si inserisce nell’ambito del progetto regionale patrocinato dal Comune di Palermo “Anticchia i Curaggiu”, che ha l’obiettivo di promuovere tra i più giovani la cultura della legalità nel ricordo delle vittime di mafia.

All’evento hanno partecipato il sindaco Leoluca Orlando e gli assessori Giovanna Marano e Toni Sala.
“Questo istituto è un esempio per l’intera città. Il progetto si rivolge ai bambini ma sono loro stessi a parlare di legalità, credo che ciò rappresenti una chiara idea di futuro – ha detto il sindaco – Chi ha ucciso e uccide i bambini è un vigliacco e questa manifestazione è fondamentale per continuare nel processo di cambiamento culturale di Palermo”.
Al sindaco è stata consegnata una piccola bandiera tricolore italiana di carta, realizzata dai bambini dell’istituto. “Domani in occasione del 29°anniversario della strage di Capaci – ha commentato Orlando – la consegnerò al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un modo per connettere l’impegno di questi bambini per la promozione della legalità, con la più alta carica dello Stato”. “I bambini – ha concluso il sindaco – ci regalano coraggio e fraternità. E ci insegnano come avere libertà dalla paura avendo cura di noi stessi e degli altri”.