Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Genovese: pm indagano ancora su imputazioni bocciate da gip

Genovese: pm indagano ancora su imputazioni bocciate da gip

 

La Procura di Milano andrà avanti nelle indagini a carico di Alberto Genovese, l’imprenditore del web che ieri ha ricevuto una seconda ordinanza di custodia in carcere per violenza sessuale e cessione di droga, continuando ad approfondire e raccogliere elementi anche sulle imputazioni di violenze e abusi, che riguardano, in particolare, altre due giovani. Imputazioni che il gip non ha ritenuto provate e per le quali non ha accolto la richiesta di misura cautelare.

E’ stata respinta, infatti, la richiesta d’arresto per tentati abusi sulla stessa modella di 23 anni, ai danni della quale invece il gip ha ritenuto provata una violenza a Ibiza il 10 luglio (indagata anche la fidanzata di Genovese), e per 6 episodi (alcuni dei quali contestati anche alla fidanzata) su due ragazze che hanno rinunciato all’anonimato parlando sui media.
La Procura, però, a quanto si è saputo, porterà avanti anche queste imputazioni con integrazioni delle indagini, condotte dalla Squadra Mobile e coordinate dall’aggiunto Letizia Mannella e dal pm Rosaria Stagnaro.