Sei in: Home > Edizioni Locali > Genova > Genoa- distrutta l’auto di Marchetti: addetto all’autolavaggio perde il controllo e si schianta

Genoa- distrutta l’auto di Marchetti: addetto all’autolavaggio perde il controllo e si schianta

Lava la Ferrari di Federico Marchetti, portiere del Genoa, e la distrugge in un incidente stradale mentre gliela riporta. È successo lunedì pomeriggio in via Pacoret de Saint Bon, nei pressi dell’aeroporto di Genova. Il bolide, una Ferrari 812 Superfast, si è schiantato contro il guard rail all’ingresso della strada, danneggiando anche alcune altre vetture, almeno cinque, parcheggiate sul lato opposto della strada. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia Municipale.

Alla guida, come detto, non c’era il calciatore: aveva lasciato all’autolavaggio di via Merano la sua preziosa auto sportiva e un addetto la stava riportando al Centro Sportivo Signorini, poco lontano dal luogo dello schianto. Il guidatore ha perso il controllo della macchina, rimasta pesantemente danneggiata all’anteriore, affrontando una curva dopo un semaforo.

E in precedenza incidenti più o meno gravi erano successi ad altri giallorossi, come Diego Perotti, Stephan El Shaarawy, e prima ancora a Lucas Digne. Nel 2002 la Ferrari di Vincent Candela era finita dentro a dei cassonetti, ma alla guida c’era il compagno di squadra Vincent Candela. Mario Balotelli si è schiantato almeno cinque volte: nel 2010 a Manchester (colpa della «guida al contrario» degli inglesi) ripetendosi due anni dopo, nel 2013 a Milano, nel 2016 a Legnano e nel 2020 a Brescia. Nell’elenco compaiono anche l’ex laziale Keita Baldé, ora alla Samp (Roma 2014), l’ex granata Juan Manuel Iturbe (Paraguay 2013), gli ex juventini Arturo Vidal e Martin Caceres (2015).

Questi sono stati incidenti per lo più innocui, ma ce ne sono stati di drammatici: come quello che nel 1993 fa segnò la carriera di Gianluigi Lentini (in coma due giorni). Fra i veri miracolati l’ex napoletano Henrique Adriano Buss (2014), il blaugrana Alexis Sanchez (2013). Per non parlare di David Beckham uscito indenne da un incidente vicino a Londra (2013). Nel 2009 è toccato al pluri Pallone d’oro Cristiano Ronaldo a Manchester, l’anno successivo vicino al Meazza al portiere interista Julio Cesar e nel 2016 all’ex rossonero M’Baye Niang, a Milano.