Sei in: Home > Edizioni Locali > Gang del carro attrezzi: lancivano massi sulle strade per provocare incidenti

Gang del carro attrezzi: lancivano massi sulle strade per provocare incidenti

Degli uomini lancavano dei sassi contro le auto in corsa per poi mandarle dal carro attrezzi di zona. Avevano provocato 13 incidenti.

Lanciavnao massi sulle auto durante la notte e poi si facevano trovar epronti con il carro attrezzi. No, non è uno scherzo. È successo davvero a Roma.

I due meccanici coinvolti hanno un’autofficina a Colli Albani. Adesso però la posta in gioco per i due è alta. Essi sono infatti i responsabili di diversi incidenti in zona Cristoforo Colombo, Pontina, Ostiense e Tuscolana.

Adesso i due sono accusati di attentato alla sicurezza dei trasporti, estorsione, truffa e appropriazione indebita. Il reato più grave ha una pena massima di 10 anni.

Il pm Maria Bice Barborini vuole chiedere il rinvio a giudizio per entrambi. La dinamica dei 13 incidenti provocati dai due è semore la stessa.

Aspettavano l’arrivo della notte per mettere sulla strada degli ostacoli. Venivano utilizzati dei San Pietrini o dei blocchi lunghi. Poi uno dei due si allontanava. L’altro arrivava nei paraggi per aspettare il malcapitato di turno.

“Hai avuto fortuna che passassi qui in questo momento. Devi portare la tua macchina vicino casa? ” Questa era la frase con cui entravano in azione.

Ovviamente non si dà nulla per un nulla. Un povero automobilista ha anche dovuto pagare 408 euro per avere la sua macchina, trattenuta per una settimana.

Tutto per aver percorso solo 4 km. Ma non finisce qui. Un altro, per essere soccorso sulla Pontina all’altezza del GRA ha dovuto pagare 520 euro.