Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Campobasso > Frontale choc sulla Bifernina: 5 morti

Frontale choc sulla Bifernina: 5 morti

 

Schianto choc sulla strada Biferni in provincia di Campobasso: sono 5 le vittime. Quattro persone sono morte e una è rimasta in un primo tempo gravemente ferita, e in serata è deceduta, in un incidente stradale avvenuto in Molise, sulla strada statale 647 Fondo Valle del Biferno, Bifernina, nel territorio di Montagano, in provincia di Campobasso. Le cinque persone erano a bordo di due auto che si sono scontrate. Nell’impatto uno dei veicoli si è incendiato. Sul posto Vigili del Fuoco, ambulanze del 118, forze dell’ordine. Il traffico è bloccato per i soccorsi e il recupero dei mezzi.

Nonostante i soccorsi non c’è stato nulla da fare per tre donne e due uomini. Lo schianto è avvenuto tra due auto di piccola cilindrata all’altezza del km 31, e una delle due macchine ha avuto un principio di incendio. Sul posto il personale dei vigili del fuoco ha provveduto a disincastrare una quinta persona, una donna poi trasportata all’ospedale Cardarelli di Campobasso.

Deceduta in serata la terza donna. Non ce l’ha fatta la donna ferita nel violento incidente avvenuto questa mattina, intorno alle 13, al km 31,350 della strada statale 647 Fondo Valle del Biferno, nel territorio di Montagano, in provincia di Campobasso. A scontrarsi una Citroen C3 e una Fiat Panda che ha preso fuoco subito dopo l’impatto: le fiamme sono state domate in tempo da un camionista che, in contatto diretto con i pompieri poi intervenuti sul posto con una squadra, è riuscito a spegnere l’incendio. Morti Giuseppe Piedimonte, di 80 anni, e sua moglie Anna Patota, di 75, a bordo della Panda ed entrambi di Campobasso, Pasquale Paoletti, 71 anni di Isernia alla guida della C3, Angelo Testa, di 70, e – poco fa all’ospedale Cardarelli di Campobasso – anche sua moglie, Natalia Fanelli, 54enne di Campobasso. La strada statale è chiusa al traffico nei due sensi di marcia dalle 13,15 per le operazioni di soccorso e i rilievi della Polizia Stradale