Fiuggi – La solidarietà della Cina verso il paese

Fiuggi, gemellata con la città cinese di Leshan, ha ricevuto un messaggio di sostegno e solidarietà da parte di Peng Lin, Segretario del Comitato Municipale del CPC Leshan e Zhnag Tong sindaco del governo municipale, per l’emergenza Coronavirus:

“Stimato Sindaco Alioska Baccarini, Il Virus non conosce confini, ma è nelle avversità che si rivelano le amicizie più vere. L’aiuto ed il sostegno che ci avete mostrato subito dopo il verificarsi dell’emergenza sanitaria ci ha commosso profondamente. A nome del Comitato Comunale CPC Leshan, del Governo Del Popolo Municipale di Leshan e dei suoi tre milioni e mezzo milioni di cittadini, desideriamo esprimere la nostra più sincera gratitudine e rispetto per Voi e il Vostro governo.Andate e combattete l’epidemia là dove è, fino a che non si estingua e perisca definitivamente. Di fronte all’improvvisa crisi, sotto il comando del presidente Xi Jinping, sotto la forte guida del Comitato Centrale del PCC, del Consiglio di Stato, del Comitato Provinciale del CiPC Sichuan e del governo del Popolo Provinciale del Sichuan, abbiamo potuto garantire la sicurezza e la salute dei nostri cittadini mediante una opera di prevenzione e controllo senza precedenti. Queste erano le nostre due assolute priorità e le abbiamo realizzate. Abbiamo attuato le misure più complete, approfondite e rigorose per combattere l’epidemia sul nascere.Tutti e tre i casi di contagio confermato sono stati dimessi dall’ospedale e Leshan è oggi, ufficialmente, una “zona non interessata”. La situazione di prevenzione e controllo delle epidemie nella provincia del Sichuan e in tutta la Cina continua a migliorare cosi come il recupero della produzione industriale e del vivere civile.Siamo certi di poter vincere la battaglia contro l’epidemia. Nel frattempo, come amici, condividiamo lo stesso destino e le stesse sfide. COVID-19 è il nemico comune di tutta l’umanità. Attualmente, l’epidemia ha colpito molti paesi e regioni in tutto il mondo. Ne condividiamo le preoccupazioni e ci sentiamo partecipi delle sofferenze e difficoltà altrui. Non dimenticheremo mai la generosità ed il supporto che ci avete dimostrato all’inizio della primavera di quest’anno. È nostro desidero ricambiarvi partecipando al programma di cooperazione internazionale e stando vicino alle persone ed alle zone colpite”.