Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Firenze: arrivano le zone rosse

Firenze: arrivano le zone rosse

Zone rosse a Firenze: vietato entrare per chi ha carichi pendenti con la giustizia.

A Firenze ci saranno delle aree interdette per chi è stato denunciato per atti illeciti. La decisione è stata presa dal prefetto Laura Lega e sarà sperimentata per un periodo di tre mesi.

Le zone interessate dall’ordinanza saranno la criFortezza, le Cascine, via dei Servi, ma anche piazza dei Ciompi e piazza Stazione. In altre parole, zone in cui vi è un flusso elevato di turisti ogni giorno.

L’obiettivo è garantire sicurezza sulle strade e permettere a turisti e studenti di muoversi per la città in tutta sicurezza.

Nella nota diffusa dalla Prefettura si legge che: “Luoghi in cui è già alta e costante l’attenzione delle Forze di Polizia e della Polizia Municipale. Ma è stato deciso di innalzare ulteriormente la capacità di risposta, potenziando l’attività di contrasto con l’attuazione di nuove strategie per rendere più difficile il radicamento di fenomeni di illegalità e di degrado”.

Nelle cosiddette zone rosse sarà vietato lo stazionamento “a soggetti che ne impediscano l’accessibilità e la fruizione con comportamenti incompatibili con la vocazione e la destinazione di tali aree”.

Sempre nella nota, si legge che le persone interessate sono: “Chiunque sia stato denunciato dalle Forze di Polizia per il compimento nel Comune di Firenze di attività illegali in materia di stupefacenti, per reati contro la persona o per danneggiamento di beni, ovvero sia stato destinatario di contestazioni di violazioni della normativa che disciplina l’esercizio del commercio su aree pubbliche”.

Durante il periodo di sperimentazione sarà necessario vedere se questa misura sarà effettivamente in grado di tenere sotto controllo la criminalità locale.