ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Fiori al centro: anche quest’anno la città si fa bella

Le aiuole resteranno fino a fine settembre.

Particolare del depliant promozionale dell'iniziativa

Nata come ‘Trento fiorita’, seguita nel tempo da la ‘Città in giardino’, quindi da ‘Serre Aperte’ e da ‘Fiori, Vie, Palazzi’, dall’anno 2017 la manifestazione fiorita a cura dell’ufficio Parchi e giardini del servizio Gestione strade e parchi, è tornata ad animare le vie del centro storico come ‘Fiori al Centro’.

Con questo formato l’amministrazione comunale intende valorizzare il centro storico, coinvolgendo le realtà economiche di settore nella realizzazione di aiuole fiorite, mantenute nel tempo dalla giardineria comunale. Scopo principe è quello di ‘far fiorire la città’ e di aprire il cittadino  alla visione del giardino e del verde ornamentale come espressione di cultura, favorendo nel contempo l’incontro con le professionalità di settore e la valorizzazione del lavoro che l’amministrazione assicura tramite la presenza della Giardineria comunale.

Fiori al centro viene inaugurato venerdì 17 giugno in piazza Battisti dove per l’occasione è stato allestito il ‘giardino di Alice’ che ospiterà musica, danza e laboratori a cura del servizio Cultura, turismo e politiche giovanili. L’allestimento si protrarrà fino ad agosto, mentre le aiuole fiorite del centro verranno mantenute fino a fine settembre.

Nella scelta del tema che ogni anno caratterizza la manifestazione è emersa spontanea  l’idea del valore culturale della fiaba, intesa come percorso cognitivo e di autocoscienza. Fra tutte, si è imposto  il racconto di ‘Alice nel paese delle meraviglie’, narrazione egualmente per piccini ed adulti, ricca di significati riferiti ad un percorso di crescita interiore, al disorientamento ed al contrasto fra razionalità ed immaginazione ed alla difficoltà di crescita, cui fanno da contraltare le metafore dell’imparare chi siamo, di sognare ed essere curiosi e del fatto che a volte ‘devi cadere in un buco per risalire la china’. La costruzione del percorso richiamerà questi temi, giocando, più che sui personaggi, sui temi del fuori scala, sui nonsense, sulla percezione della soglia e del ‘passaggio’ e sul tentativo di riprodurre la realtà creando una percezione illusoria della stessa.  

Non mancheranno infine le aiuole fiorite nel centro storico: ulteriori spazi teatro della manifestazione  sul tema del racconto di  Alice saranno in  via San Pietro e via Oss Mazzurana, via Roggia grande, via Suffragio ed altri ancora. Ritroveremo le rose bianche e rosse della Regina di cuori e qualche altro protagonista del racconto. I giardinieri comunali come di consueto si faranno carico della realizzazione di alcuni allestimenti in luoghi di particolare prestigio quali  Palazzo Thun e di piazzetta Gaismayr.