Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Filmava bimbi e aveva video di abusi su minori anche morti

Filmava bimbi e aveva video di abusi su minori anche morti

 

Filmava bambini di nascosto nei centri commerciali o in altri luoghi pubblici e aveva nel suo pc migliaia di video pedopornografici alcuni anche con abusi su cadaveri di minori. La polizia postale di Genova e Roma ha arrestato un operaio specializzato di 49 anni, sposato con figi adulti.

L’uomo vive nel Lazio ma si spostava nelle varie regioni per lavoro ed è stato fermato proprio nel capoluogo ligure. Nel suo pc sono stati trovati circa 20 mila file di abusi, di natura violenta, su bimbi neonati e fino ai 10 anni. Dalle indagini è emerso che l’uomo usava una spycam, una piccola videocamera, per filmare di nascosto i bambini che incontrava per strada, nei centri commerciali, ai giardini. Una telecamera che teneva sempre con se’ e che azionava continuamente. Il materiale veniva reperito nel dark e deep web ma anche attraverso i servizi di messaggistica istantanea.
Le indagini proseguono anche all’estero grazie alla cooperazione internazionale di polizia coordinata dal Servizio polizia postale e delle comunicazioni. I video, secondo gli inquirenti, vengono prodotti all’estero e poi diffusi via internet attraverso i canali conosciuti dai pedofili.
In un mese la polizia postale di Genova ha arrestato altre due persone sempre con l’accusa di pedopornografia oltre all’operaio trasfertista