Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Fatima Hossani, non vedo speranze per le donne in Afghanistan

Fatima Hossani, non vedo speranze per le donne in Afghanistan

 

“Non vedo alcuna speranza per il futuro delle donne in Afghanistan”: a dirlo all’ANSA è Fatima Hossani, l’artista e fotografa afghana, 28 anni, fuggita da Kabul lo scorso agosto dopo l’avvento dei talebani e che a Orvieto ha ricevuto il premio “Hypatia”, promosso dalla 5/a Biennale del restauro architettonico ed Urban Brau5.
“Le donne – aggiunge Fatima – sono sempre la parte più vulnerabile della società in una zona di guerra e ora sono davvero preoccupata per il futuro della nuova generazione dell’Afghanistan”.

E dice ancora: “Sappiamo tutti di essere tornati in Afghanistan a 20 anni fa e a quei giorni bui. Vediamo che i talebani hanno vietato alle donne di tornare a scuola e lavorare. Non permettono loro nemmeno di indossare ciò che vogliono”, sottolinea.
“L’arte e la cultura – conclude Fatima – possono aiutare sicuramente il popolo afghano perché così può difendere la sua identità, ma in una zona di guerra come l’Afghanistan, quando tutti parlano del potere delle armi e della politica, l’arte e la cultura dovranno faticare molto per trovare il loro spazio”.