Sei in: Home > Edizione Nazionale > Falsificava opere d’arte e le vendeva sul web: denunciato scenografo

Falsificava opere d’arte e le vendeva sul web: denunciato scenografo

Uno scenografo romano è stato denunciato per aver falsificato oper di Van Gogh e Warhol per poi rivenderle su internet.

Si dice impara l’arte e mettila da parte. Non è esattamente ciò che ha fatto questo scenografo. L’uomo infatti per sbarcare il lunario ha pensato di falsificare delle opere d’arte.

Si parla di artisti del calibro di an Gogh e De Chirico, Warhol e Guttuso, Schifano e Balla. Poi rivendeva i falsi su internet. Nel momento in cui gli veniva richiesto il certificato di autencità, rispondeva che non aveva i soldi per far autenticare le opere.

Un meccanismo molto astuto. Peccato che sia stato smacherato dai carabinieri Nucleo Tutela patrimonio culturale di Roma, coordinate da Maria Bice Barborini.

Monitorando il traffico su internet le forze dell’ordine si accorgono che il meccanismo è frequente e ben consolidato. Così vengono  trovati quasi 74 oli su tela tra Roma e Tarquinia con le false firme di Vincent Van Gogh, Giorgio De Chirico, Bernard Aubertin, Giacomo Balla, Mario Schifano, Eliano Fantuzzi, Novella Parigini, Remo Brindisi, Ottone Rosai, Carlo Carrà, Salvatore Fiume, Enotrio Pugliese, Leonardo De Magistris e Romano Mussolini.

Approfondendo le indagini, si scoprono compravendite di 17 oli su tela tra Monza, Udine, Bologna e Cosenza, nelle province di Roma, Udine, Milano, Brescia, Cesena, Modena e Vibo Valentia.

Ma questi sono solo una piccola parte. Si sospetta infatti che siano tantissimi.