Sei in: Home > Edizioni Locali > Ancona > export alimentari marchigiano al +9,2%

export alimentari marchigiano al +9,2%

epa07983804 (FILE) - Containers at the Keekung Harbor in Keelung City, Taiwan, 06 November 2019 (reissued on 09 November 2019). On 09 November, Taiwan's Finance Ministry said that Taiwan's October export fell 1.5 per cent year on year to 28.9 billion US dollars, but could rebound in November over surged export to the United States. Taiwan has benefited from the ongoing US-China trade war which has hurt both countries but has helped others by diverting production to their markets. Taiwan's export to the US has been rising for 37 consecutive months, and export to the US in October grew 17.9 per cent year on year. EPA/DAVID CHANG
image_pdfimage_print

Bene l’export alimentare marchigiano nei primi nove mesi del 2019:

Le esportazioni (164 milioni di euro) in questo settore sono aumentate del 9,2% (+13,8 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2018, una dinamica che quasi triplica il +3,2% del periodo gennaio-settembre 2018 ed è più intensa del +4,2% della media nazionale e del +3,3% dell’export manifatturiero marchigiano. Risulta dalle elaborazioni dell’Ufficio Studi di Confartigianato Marche.
    “Quello dell’alimentare – fa notare Giuseppe Mazzarella, Presidente di Confartigianato Imprese Marche – è uno dei comparti a maggiore concentrazione di Medie e piccole imprese e di artigianato. Nelle Mpi fino a 49 addetti sono occupati 3 addetti su quattro (74,8%; 8.944). La crescita di export nel settore alimentare è stata determinata principalmente dalle vendite negli Usa (3,3 milioni di euro; +39,0%), seguono Francia (+2,9 milioni; +21,3%), Germania (+2,6 milioni; +13%) e Regno Unito (+1,7 milioni; +29%)