Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Esplode l’auto di Cifarelli, la Basilicata condanna l’atto intimidatorio

Esplode l’auto di Cifarelli, la Basilicata condanna l’atto intimidatorio

image_pdfimage_print

Le istituzioni lucane hanno espresso la loro solidarietà nei confronti del consigliere regionale Roberto Cifarelli.

Una bomba carta è stata fatta esplodere la notte scorsa, a Matera, sotto l’auto del consigliere regionale della Basilicata Roberto Cifarelli (PD). L’esplosione ha danneggiato gravemente il suv del politico, che era parcheggiato vicino alla sua abitazione. Cifarelli, che nella passata legislatura è stato anche assessore regionale alle attività produttive, è andato in questura per denunciare l’episodio. Immediata la solidarietà di diversi amministratori e rappresentanti di partiti lucani.

“Il vile gesto che questa mattina ha colpito l’automobile del consigliere regionale Roberto Cifarelli richiede la piena e ferma condanna da parte di tutte le istituzioni e di tutti i cittadini lucani”. Lo afferma il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, che questa mattina, nell’apprendere la notizia, ha immediatamente chiamato Cifarelli per esprimergli la piena solidarietà e la massima vicinanza da parte sua e a nome di tutti i lucani.

L’intera Giunta regionale esprime “solidarietà e vicinanza nei confronti del consigliere regionale, Roberto Cifarelli, per il criminale attentato che questa mattina ha distrutto la sua automobile. E’ un segnale d’allarme che non va assolutamente sottovalutato. La Basilicata tutta deve reagire con fermezza e determinazione per contrastare ogni tentativo di infiltrazione criminale nel nostro territorio.”