ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 27 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Esami per pazienti deceduti e dipendenti malati immaginari

 

La Procura di Genova ha identificato una nuova categoria di pazienti che riusciva a saltare le code della sanità pubblica e ad ottenere esami sanitari senza bisogno di pagare alcun ticket: i morti.

Tuttavia pare non essere stata l’unica sorpresa nascosta tra le numerose provette di urine e sangue processate al laboratorio dell’Ospedale San Martino: al fine di eludere i diversi controlli del sistema sanitario nazionale, sembrerebbe che siano stati impiegati nomi ed identità fittizi, che venivano eliminate subito dopo gli esami. Secondo i Carabinieri del Nas, questi utenti inesistenti erano inventati per nascondere attività intramoenia e provette che, si suppone, provengano da strutture sanitarie esterne.

In seguito all’analisi di un solo anno (dalla metà del 2015 alla metà del 2016) si è scoperto che le persone coinvolte siano circa 2.300, di cui 714 dipendenti responsabili penalmente e 651 in qualità di accettanti, vale a dire pazienti.